CATANIA − Si è svolta  questa mattina un’iniziativa di volontariato ed integrazione culturale che ha visto protagonisti una trentina di Marines della Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella i quali , accompagnati dal Responsabile Relazioni Esterne della base americana Alberto Lunetta , si sono messi a disposizione del Centro Talita’ Kum di Librino per un’operazione straordinaria di pulitura esterna ed interna delle vetrate del centro nonché dell’installazione di pannelli  che rivestono la sala d’accoglienza.

In linea con l’appello del presidente Barack Obama, che ha chiesto questa mattina ai cittadini, durante la commemorazione del ricordo delle vittime delle Torri Gemelle, di fare atti di volontariato, i generosi  militari a stelle e strisce hanno scelto di sostenere una delle realtà caritatevoli  più’ significative di Librino.

«Sono molto contenta e grata ai Marines che con il loro aiuto ci permetteranno di iniziare il nuovo anno rendendo gli spazi più’ accoglienti per i nostri bambini», è quanto ha dichiarato Giuliana Gianino, presidente dell’Associazione Talita’ Kum che opera nel quartiere di Librino dal 2007.

Il appellano dei Marines Derrick Horne ,che ha coordinato insieme a Lunetta, l’odierna operazione solidarietà dei suoi Marines ha dichiarato di avere accolto con entusiasmo l’appello del suo Presidente e che l’evento di oggi che ha permesso di servire la comunità’ di Librino ed allo stesso tempo di onorare le vittime della terribile tragedia dell’11 settembre.

«I Marines ed i marinai americani di Sigonella hanno teso la mano con gioia e spirito di volontariato al Talita’ Kum di Librino diverse volte nel corso di questi anni  anche in occasione del 4 luglio durante la Festa dell’Indipendenza americana », ha spiegato Lunetta.

I Marines hanno anche interagito, insieme ad un gruppo di giovani del Rotaract Catania Ovest, con i bimbi dell’asilo ed hanno giocato a pallone con altri ragazzi del quartiere, i cui abitanti sembrano aver gradito la presenza dei militari americani nel loro quartiere. Uno di loro ha infatti esposto la bandiera degli USA in segno di gratitudine e rispetto per la memoria delle vittime dell’attentato delle Torri Gemelle. I Marines torneranno a breve a Librino per ulteriori progetti di volontariato civico.

All’interno della base si è svolta una cerimonia per ricordare le vittime dell’11 settembre, presieduta dal Comandante della NAS americana Chris Dennis,  alla quale hanno partecipato le autorità’ della base.

Nel corso della cerimonia è stata deposta una corona d’alloro all’interno del Villaggio Logistico NAS 1. «Oggi siamo qui riuniti insieme, americani e italiani, fratelli e sorelle, da tutto il mondo, abbiamo una cosa in comune, il nostro istinto per la libertà. L’11 settembre ha cambiato per sempre il corso della storia umana. Nel corso di quella funesta mattinata di settembre, i tiranni assassini hanno cercato di sottomettere  noi, i figli e le figlie della libertà, ma hanno fallito perché uomini e donne coraggiosi resistettero salvando un’anima alla volta da un’ inesorabile carneficin», ha detto Dennis.

Scrivi