ACIREALE – Su iniziativa del Comitato regionale Fipav, presieduto da Enzo Falzone, e del Comitato provinciale Fipav, presieduto da Giuseppe Gambero, il presidente del Comitato regionale Coni Sicilia, Sergio D’Antoni, ha incontrato i giornalisti sportivi del Gruppo provinciale Ussi di Catania, presieduto da Giacomo Cagnes, e i giornalisti delle diverse testate operanti nel territorio.
Obiettivo dell’incontro, fornire alla stampa sportiva specializzata alcuni dettagli dei grandi eventi di pallavolo e beach volley che saranno ospitati dalla Città di Catania nell’ormai prossima estate: Grand Prix di Pallavolo con le nazionali femminili di Italia, Brasile, Russia, Belgio (16-18/07); Finale del Campionato Italiano di Beach Volley M/F (3-9/08); Europei Beach Volley Under 22 M/F (3-13/09). Gli appuntamenti agonistici verranno ufficialmente presentati tra qualche giorno a Catania.
Nel corso dell’incontro, in presenza, tra gli altri, del vicepresidente regionale dell’Ussi, Gaetano Rizzo, e del segretario provinciale della Federazione Nazionale della Stampa, Daniele Lo Porto, il presidente del Coni Sergio D’Antoni si è soffermato sulla ampia capacità aggregativa, economica e comunicativa dei grandi eventi sportivi in una terra, la Sicilia, che per ragioni geografiche e territoriali è naturalmente votata alle grandi manifestazioni agonistiche.  Sport e turismo, si legano inscindibilmente.
“Le nostre società, le nostre federazioni in tal senso sono all’avanguardia e la Fipav siciliana è cartina di tornasole di un movimento sportivo che vuole crescere partendo dalla base, dai giovani, dalle famiglie, per forgiare nuovi campioni nello sport e nella vita” ha detto D’Antoni.
Il presidente del Coni si è soffermato anche sul ruolo del “comunicatore sportivo, cioè del giornalista specializzato nel veicolare il messaggio sportivo: garanzia per l’utente finale, cioè il lettore o il telespettatore, garanzia per le società e le federazioni, di competenza e autorevolezza”. D’Antoni ha ringraziato i giornalisti Ussi che, in occasione dei grandi eventi di pallavolo e beach volley hanno voluto partecipare all’incontro, non escludendo forme sinergiche di collaborazione tra il mondo dello sport siciliano e quello della stampa sportiva specializzata, soprattutto in occasione del grandi eventi.
E’ toccato al presidente regionale della Fipav Enzo Falzone illustrare alcuni aspetti dei grandi eventi di “Catania 2015” rilevando come le “competenze e l’affidabilità della pallavolo siciliana e dei suoi dirigenti, consentano al Comitato regionale Fipav l’assegnazione di eventi di primissima rilevanza  sportiva e mediatica. Fondamentale il rapporto con la stampa sportiva anche per la funzione comunicativa assicurata dalle professionalità degli aderenti all’Ussi: un rapporto che non può che improntarsi secondo canoni di sinergica collaborazione”.
Il presidente del Cp Fipav di Catania, Giuseppe Gambero ha confermato i campi di gioco del Palacatania e de “Le Capannine” quali “location dei grandi eventi sportivi dell’estate di pallavolo e beach. La macchina organizzatrice è già a pieno regime per assicurare che tutto vada per il verso giusto, visto l’assoluta rilevanza delle manifestazioni”.
Soddisfazione per l’incontro con i vertici del Coni e della Fipav, è stata manifestata dal presidente dei giornalisti sportivi catanesi, Giacomo Cagnes: “Ringraziamo i presidenti Falzone e Gambero per l’invito e il presidente D’Antoni per la cortesia, non solo istituzionale, che ha manifestato nei riguardi dei giornalisti sportivi di Catania. L’Ussi è certamente un settore di specializzazione della Federazione nazionale della stampa ma è anche una associazione benemerita del Coni, quindi fa parte integrante della grande famiglia dello sport italiano, a tutti i livelli sia di vertice che amatoriale. I presidenti e l’Ussi di Catania hanno voluto aprire un confronto che, da subito, ha iniziato a viaggiare lungo gli stessi binari, nel segno del reciproco rispetto dei ruoli e delle competenze. Si tratta di un passo significativo, crediamo, in un contesto di sviluppo del messaggio sportivo a Catania e nella sua provincia”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi