Il “debutto” della 7^ edizione di Etna in Primavera è stato salutato ieri da una splendida giornata di sole che ha illuminato Zafferana Etnea. Sin dalle prime ore del mattino, piazza Umberto I è stata meta di tanti visitatori attratti dai prodotti artigianali esposti nelle casette installate sull’ampio spazio prospiciente il Belvedere. Significativo il prologo alla kermesse primaverile che, sabato pomeriggio nel Centro Polisportivo Comunale, aveva proposto la donazione di un defibrillatore alla locale società calcistica da parte del Kivanis. Domenica mattina, poi,  nel centro zafferanese è stata protagonista la prevenzione medica in occasione della Giornata della Salute a cura dell’Associazione Donatori Volontari di Sangue, della Confraternita di Misericordia con la possibilità di usufruire anche di un controllo all’udito effettuato da Albafon. Nel pomeriggio, invece, a Pisano Etneo, la rappresentazione vivente della Passione di Cristo, tenutasi in piazza San Giuseppe, ha riscosso tantissimi consensi sia per la scelta delle location e delle scenografie che per la perfetta riproduzione dei costumi. A chiudere il primo week-end di Primavera è stato, infine, il concerto della Schola Cantorum “Aetnensis” all’interno della chiesa Madre di Zafferana.

“Etna in Primavera” sarà protagonista sino al 19 giugno 2016, scorrendo un fitto programma di eventi organizzati sinergicamente dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Associazione “Impara l’arte, impara l’arte” presieduta da Ester De Felice e con la direzione artistica del vicepresidente del Consiglio Comunale, Graziella Torrisi. Imprescindibile obiettivo della manifestazione è quello mirato alla promozione artistica, culturale, gastronomica, sportiva e ricreativa del territorio, senza dimenticare le esposizioni artigianali di pregio. “Puntiamo con decisione ad arricchire l’offerta turistica-culturale di Zafferana attraverso la valorizzazione del territorio in tutte le sue sfaccettature –ha ribadito il Sindaco, Dott. Alfio Vincenzo Russo- convinti una volta di più che non sia ulteriormente derogabile una concreta destagionalizzazione turistica che passa attraverso un’offerta precisa di elementi attrattivi verso il  nostro paese”.

Per esempio (ma solo per citare uno degli eventi in programma nelle prossime settimane) una delle novità di quest’anno è rappresentata dalla realizzazione di ben due grandi arazzi di gemme di sale, dopo il successo registrato nella passata edizione dalla medesima iniziativa. A quello di via Carso si aggiungerà, infatti, quello che sarà realizzato sulla pista da ballo rotonda di Villa Castorina, sotto il Belvedere. “I primi appuntamenti di Etna in Primavera hanno già fatto registrare molti consensi –ha commentato entusiasta Graziella Torrisi- costituendo un’ottima base di partenza in vista degli eventi di sicuro interesse programmati nell’ambito dell’intera kermesse che vivrà il suo clou con la seconda edizione della Festa del Miele in programma a fine maggio”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi