Riceviamo e pubblichiamo

CATANIA – Sicurezza stradale in primo piano nel quartiere di Cibali. Un territorio che deve fare i conti con la carenza di controlli delle forze dell’ordine, mancato rispetto dei limiti di velocità e lunghi rettilinei che invogliano tanti automobilisti a pigiare sull’acceleratore con il rischio di investire i pedoni che attraversano la strada.

In particolare ho ricevuto tante segnalazioni da parte dei residenti per via Sabato Martelli Castaldi e via Giuseppe Ballo. Persone che spiegano come in queste due arterie l’incidente stradale si può verificare da un momento all’altro. Come consigliere della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo sono portavoce delle lamentele di abitanti, commercianti e pendolari di queste due zone e chiede all’Amministrazione comunale di attivare un piano di interventi per rendere più sicuro il territorio. Provvedimenti simili a quelli già intrapresi sulla vicina circonvallazione. Qui l’impiego dell’ autovelox ha l’effetto di evitare le folli velocità e scongiurare eventuali incidenti.

Via Castaldi

Via Castaldi

Lo stesso risultato che si potrebbe raggiungere in via Ballo e via Castaldi. Quest’ultima,in particolare, è una delle arterie nevralgiche di Cibali perché collega il quartiere al viale Mario Rapisardi. Qui c’è persino il plesso dell’istituto comprensivo “De Roberto” con centinaia di alunni che ogni mattina entrano a scuola. Un’invasione di auto e scooter che di fatto paralizza la viabilità e crea lunghe code. Nel tardo pomeriggio, invece, con la strada quasi completamente sgombra, si cammina a tutta velocità ed i pedoni che vogliono attraversare la strada rischiano costantemente di essere investiti. La potatura delle piante all’interno dello spartitraffico ha migliorato la visibilità ma siamo ancora ben lontani dal considerare questa strada sicura.

via ballo (2)

Via Ballo

Anche su via Ballo gli abitanti chiedono maggiori azioni repressive da parte delle forze dell’ordine e l’applicazione di un piano viario che sostituisca quello attuale. Con il doppio senso di marcia lungo l’intera strada, l’incrocio con via Scannapieco diventa teatro di continui tamponamenti. Molti incidenti sono stati evitati per un soffio ma la sera, con la visibilità che peggiora, il tamponamento diventa inevitabile. Qui i controlli vengono garantiti da polizia e carabinieri ma si concentrano quasi esclusivamente durante le ore diurne quando la strada è piena di auto e si cammina quasi a passo d’uomo. Appena si fa buio, invece, via Ballo di trasforma in un rettilineo sgombro, in discesa e che qualcuno percorre come se si trovasse in un circuito di formula uno. In molti casi gli automobilisti invadono persino la corsia opposta nel tentativo di effettuare un sorpasso azzardato.

Erio Buceti, consigliere della IV Municipalità

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi