Cosmi: “Sono orgoglioso dei miei ragazzi”.

di Gianluca Virgillito

Vittoria che vale oro, ma soprattutto tre punti fondamentali che portano ad otto le lunghezze di vantaggio sulla zona playout. Al Provinciale il Trapani riesce a superare l’Avellino in una gara insidiosa. Il 2-1 finale non riflette la reale mole di gioco prodotta dai granata nel corso del match. Squadra molto aggressiva e determinata quella di Cosmi, consapevole dell’importanza di un successo casalingo quando alle porte c’è un doppio turno in trasferta contro realtà molto forti come Cesena e Novara. La classifica sorride, pian piano Cosmi spera adesso di poter recuperare altre pedine fondamentali del suo scacchiere, come Torregrossa.

Il primo tempo è un monologo dei siciliani. Ci provano tutti: Citro, Coronado, Scognamiglio ma soprattutto Montalto, che spreca l’impossibile, compreso un rigore concesso da Pinzani al 34′ (con espulsione annessa di Petricciuolo) che l’attaccante si fa parare. Il vantaggio però si concretizza al 39′, quando Coronado, previo assist con tanto di scavetto di Citro, insacca di testa superando Frattali e facendo esplodere di gioia i tifosi presenti sugli spalti. Nella ripresa meno spettacolo e più tattica. L’Avellino riesce miracolosamente nell’impresa di riaprire i giochi con D’Angelo, al 23′ del secondo tempo. Una doccia fredda per il Trapani che però non si perde d’animo trovando nel cuore e nelle motivazioni la leva giusta per spingere ancora una volta il pallone in fondo al sacco. Ci pensa Citro, dopo appena sette minuti dal pareggio, a risolvere una mischia in area con un sinistro mortifero.

Al termine della sfida, il tecnico Cosmi ha elogiato i suoi ragazzi per l’ottima prestazione, ammonendoli però per il gol concesso agli avversari: “La partita si era messa bene, abbiamo creato tantissime palle gol prima del rigore, se non metti dentro le occasioni che ti capitano poi rischi di rovinare tutto. Abbiamo subito il gol del pareggio in modo stupido, su palla inattiva, alla fine del primo tempo avevo detto ai ragazzi di stare attenti, ma ci è andata bene, subito dopo il pareggio abbiamo ricominciato a giocare e conquistato 3 punti importanti. Avevo chiesto ai ragazzi di giocarla oltre a vincerla questa gara e loro lo hanno fatto, sono orgoglioso dei miei ragazzi“.

TRAPANI-AVELLINO 2-1

TRAPANI: Nicolas, Fazio, Perticone, Scognamiglio, Rizzato, Raffaello, Scozzarella (42’st Cavagna), Eramo, Coronado, Citro (46’st Terlizzi), Montalto (13’st Nadarevic). A disposizione: Fulignati, Pagliarulo, Pastore, Accardi, Torregrossa, Sparacello. All. Serse Cosmi

AVELLINO: Frattali, Gavazzi (16’st Soumare), D’Angelo, Castaldo, Zito (1’st Giron), Petricciuolo, Nitriansky, Jidayi, Bastien, Chiosa, Trotta (26’st D’Attilio). A disposizione: Bianco, Offredi, Tavano, Mokulu, Insigne, Napol. All. Attilio Tesser

ARBITRO: Riccardo Pinzani di Empoli; ASSISTENTI: Alessio Tolfo di Pordenone ed Emanuele Prenna di Molfetta; QUARTO UOMO: Salvatore Guarino di Caltanissetta

RETI: Coronado 39′, D’Angelo 23’st, Citro 30’st

NOTE: Ammoniti Coronado nel Trapani – Petricciuolo, Zito, Jidayi nell’Avellino; Espulso Petricciuolo (A) al 34′; Frattali para rigore a Montalto (T) al 35′; Recuperi: 1’pt-4’st; Corner: 7-1; Spettatori: 4.556

(foto da trapanicalcio.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi