CATANIA − Il sindaco Bianco: “È un provvedimento necessario a causa dell’abuso di queste forme pubblicitarie che deturpano la nostra splendida Catania”. I trasgressori rischiano multe da 25 a 500 euro. Qualora non sia possibile individuare i responsabili, comprese le agenzie incaricate della distribuzione, la sanzione sarà applicata al beneficiario del messaggio pubblicitario.

Dall’8 dicembre 2015 al 12 febbraio 2016 sarà vietata qualsiasi forma di volantinaggio commerciale su tutto il territorio del Comune di Catania grazie a un’ordinanza del sindaco Enzo Bianco. La stessa decisione era stata presa lo scorso anno nel medesimo periodo.
I trasgressori rischiano multe tra i 25 e i 500 euro più le spese di accertamento e notifica. Qualora non sia possibile individuare i responsabili, comprese le agenzie incaricate della distribuzione, la sanzione sarà applicata al beneficiario del messaggio pubblicitario, salvo che questi provi la propria estraneità.

“È un provvedimento necessario − ha spiegato il Sindaco − a causa dell’abuso di queste forme pubblicitarie che finiscono non solo per deturpare la nostra splendida Catania, compromettendo il decoro urbano, ma anche per mettere a rischio l’incolumità dei cittadini se pensiamo alle cartacce che occludono le caditoie impedendo il deflusso delle acque piovane o che vengono gettate nelle aiuole diventando potenziali focolai di incendi. Spesso, inoltre, i volantini vengono distribuiti agli automobilisti creando problemi alla circolazione”.
Il divieto riguarderà in particolare la distribuzione a mano di qualsiasi materiale in prossimità e in corrispondenza di incroci, ma anche il lancio di opuscoli, foglietti, volantini, buoni sconto, biglietti omaggio e altro materiale simile da auto e aerei.
Sanzioni anche per chi affiggerà manifesti, adesivi e volantini pubblicitari di qualsiasi forma e dimensione sui supporti e manufatti delle reti pubbliche di gas, luce telefono, segnaletica stradale o alberi e piante presenti su aree verdi pubbliche in tutto il territorio comunale e su qualsiasi altro supporto murale o strutturale non regolarmente autorizzato allo scopo specifico.
A occuparsi delle indagini e delle sanzioni saranno la Polizia municipale e le altre Forze dell’Ordine.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi