In seguito alla conferenza stampa di Bonanno e dell’avvocato Abramo in merito alla cessione del Calcio Catania, la nostra redazione ha contattato l’advisor Federico Balzano per chiarire meglio la posizione del gruppo Villar nella vicenda.

Sulla conferenza di ieri. “Ho letto le dichiarazioni dell’avvocato Abramo e ne prendo atto. Di positivo c’è che ancora una volta è stato detto che la volontà di vendere da parte della proprietà è massima. Chiederò quindi un incontro allo studio legale già per la prossima settimana al fine di chiarire la vicenda, è giusto parlarne di persona. In effetti non ho ben capito quali siano le nuove richieste, comunque noi siamo a disposizione, l’interessamento non è scemato. La nostra banca di riferimento non risponderà mai a richieste senza il nostro consenso, chiariremo il disguido qualora questo ci sia stato e speriamo di poterci presto sedere al tavolo delle trattative. Di cifre non si è ancora parlato, tra l’altro è stato affermato che il valore dell’asset è aleatorio, per cui potrà variare in base ai risultati della squadra sul campo. Nel momento in cui le due parti si incontreranno anche noi faremo le nostre richieste per prendere atto dello stato di salute della società”.

Interesse e progetti del gruppo Villar. “Già dal primo approccio con lo studio legale Abramo eravamo convinti di comprare tutto il pacchetto Catania, Torre del Grifo compreso. Imprescindibile per chi rappresento, l’acquisto del centro sportivo etneo. Il gruppo Villar vuole investire sull’ambito sportivo e della ricerca medica riportando i rossazzurri dove devono stare in 4/5 anni: ai massimi livelli”.

Sull’attuale momento del Catania. “L’ambiente deve ritrovare equilibro, anche se non è facile. Ho seguito quasi tutte le partite del sodalizio etneo, anche per valutare da vicino la situazione, e sono dispiaciuto per l’andazzo dell’ultimo mese. Sarebbe bello vedere in campo maggiore determinazione, così com’era ad inizio stagione”.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi