Pioggia, fango e passione. Una gara stoica da prendere e conquistare. Troppo importante la vittoria, determinante per conquistare in anticipo la poule promozione. Lotta e sudore, perché lo scontro oggi è determinante insieme alla pressione. Partenza ottima per la Partenope Napoli, calcio piazzato di Martone subito sfruttato e primo vantaggio per lo 0-3. Battaglia che metteva ai box per alcuni minuti il capitano Di Paola, ma l’Amatori c’era e cominciava a macinare metri grazie alle sortite di Borina che accendeva il Paolone. Spinta in zona meta con “Gabbo” Guglielmino bravo a schiacciare oltre la linea, poi il calcio registrato di Borina completava l’opera per il 7-3 Amatori.

Non mollavano gli etnei che continuavano ad aggredire gli avversari conquistando mischia sotto l’area di meta. Dall’ennesima azione  ben congegnata partita dallo sfondamento di Gabbo Guglielmino, Greco trovava finta giusta e spazio per mandare in delirio il pubblico presente. Seconda meta purtroppo stavolta non trasformata da Borina e al minuto 25 Amatori Catania sopra 12-3. Lavorava la mischia sui raggruppamenti e lavorava bene, mentre Achraf costruiva un’azione in solitaria che portava alla punizione in favore dell’Amatori. Borina sapientemente centrava i pali, 15-3.

Primo tempo chiuso bene ma con Vittorio che vuole di più dai suoi. Presto detto, subito pressione e subito risultato con meta tecnica per placcaggio sull’uomo senza palla. Poi Borina perfetto nel centrare i pali, 22-3. Fisicamente perfetta la squadra di Vittorio lottava ed aggrediva e ne aveva sempre di più. I cambi aiutavano la battaglia dentro Russo per la buona ora di gioco di Mammana e Maita per l’inossidabile capitano Di Paola.

L’ennesima azione perfetta al minuto 30 della ripresa stavolta la materializzava dopo la touche Giammario che fintava e danzava fino a mettere la palla in meta. Il 29-3 era logica conseguenza grazie ancora al calcio di Borina. Nel finale ammonizione ingenua per Vasta e clima teso in campo. Il nervosismo alle stelle consegna le espulsioni per Davide Scuderi e Giuseppe Giarlotta che consegnano tegole ad Ezio Vittorio. Il fischio finale è liberatorio e conferma il volo dell’Amatori che non lascia scampo nemmeno a Napoli.

24 punti in classifica, quattro mete, vittoria netta e voluta consegnando la risposta perfetta. Battendo Napoli ecco l’ennesimo esame di maturità superato, con la crescita di gioco e di squadra, proprio l’unica formazione che aveva frenato il cammino perfetto. Poule promozione conquistata con un cammino perfetto, non si ferma la squadra di Ezio Vittorio, contro tutto e tutti e con il nuovo anno pronto ad entrare per regalare qualcosa di speciale.

 

Tabellino

Amatori Catania Rugby: Mammana, Hliwa, Guglielmino F., Guglielmino G., Giarlotta, Cosentino, Sapuppo, Vasta, Moncada, Giammario, Scuderi, Greco, Mazzoleni, Di Paola, Borina. A disposizione: Florio, Maita, Russo, Ardito, Giustolisi, Solano, Battaglia.

Partenope Napoli: Caterino, Adamo, Barano, Valerio, Nappi, Ricciardi, Turino, Termini, Gherardi, Martone, Turizio, Cidro, Antonelli, De Nigro, Sebastiano. A disposizione: Siciliano, Trotta, Sebastiano, Giuliano, Damiano, Zito, Testa.

Mete I: Guglielmino (A); Greco (A)

Mete II: Tecnica (A); Giammario (A);

Trasformazioni I: Martone (P); Borina 2 (A)

Trasformazioni II: Borina 2 (A)

Ammoniti: Vasta (A)

Espulsi: Scuderi (A); Giarlotta (A)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi