Capodanno per molti ma non per tutti. Questa è la situazione che a Catania si verificherà nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio del 2016. L’ultimo dell’anno che, come sempre, vede tutte le risorse dell’amministrazione concentrate nel creare eventi nel centro cittadino tralasciando i quartieri periferici. a sollevare la questione il consigliere della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” Erio Buceti  che chiede al Sindaco Bianco di attivarsi, per il prossimo capodanno, con assessori al ramo e associazioni dei vari quartieri per sviluppare in tutte le 6 municipalità catanesi eventi ed iniziative che contribuiscano a salutare degnamente il 2017.” Impiegare circa 100.000 euro per un concerto che richiamo il pubblico solo in piazza Università e nelle zone limitrofe può avere un certo ritorno di immagine a livello locale e nazionale. Ma è nulla in confronto allo sviluppo di vari eventi musicali o di intrattenimento dislocati nei vari territori del capoluogo etneo. Iniziative estendibili non solo a San Giovanni Galermo, Cibali e Trappeto Nord dove ricopro la carica di consigliere circoscrizionale ma anche a Librino, San Giorgio, Picanello, Vulcania, San Cristoforo, San Leone e molti altri. Piazze che restano spesso desolatamente vuote e dove, invece, si potrebbe trasmettere un segnale importante di vicinanza delle istituzioni alle varie realtà cittadine senza necessariamente focalizzarsi nella zona di via Etna. Molti quartieri potrebbero così valorizzarsi e creare un indotto che, anche se in un arco di tempo molto limitato, li porterebbe ad essere più vivibili e sicuri. Senza considerare che la divisione del budget comunale in vari eventi locali comporterebbe un esborso di denaro pubblico molto ridotto rispetto ad un unico evento in centro e potrebbe essere occasione ideale per tanti artisti o giovani talenti siciliani di mettersi in mostra davanti ad un pubblico festante in attesa di celebrare il nuovo anno in quartieri più a misura d’uomo.”

Nicoletta Castiglione

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi