Il capogruppo del Pd in Commissione Antimafia, “Nella seduta, in cui l’impegno antimafia di Enzo Bianco è stato da tutti riconosciuto. Faziosa la ricostruzione del M5s su possibili infiltrazioni nel Consiglio comunale di Catania. Usare questa vicenda per cercare di mettere in dubbio l’impegno decennale e indiscutibile di Bianco conferma che il M5s è, dopo la vicenda Quarto, disperato”

“Capisco la necessità di Grillo di nascondere i suoi problemi a Quarto, ma ciò che in seduta pubblica in Antimafia è stato detto ieri dal sindaco Bianco non ha nulla a che vedere con la faziosa ricostruzione del M5s. Enzo Bianco ieri è stato audito su sua richiesta per chiarire la propria versione su una specifica vicenda risalente al periodo precedente alla sua elezione a sindaco, che ha chiarito”.
Lo ha dichiarato ai giornalisti il senatore Franco Mirabelli, capogruppo Pd in Commissione Antimafia.
“Nella seduta, in cui l’impegno antimafia di Enzo Bianco è stato da tutti riconosciuto, il Sindaco ha accettato di rispondere ad altre domande tra cui quella che faceva riferimento a una relazione dell’antimafia siciliana su possibili infiltrazioni nel Consiglio comunale di Catania. Su questa domanda Bianco si è riservato di rispondere dopo aver preso visione della relazione, non avendola ricevuta”.
“Usare questa vicenda – ha concluso Mirabelli – per cercare di mettere in dubbio l’impegno decennale e indiscutibile di Enzo Bianco conferma che il M5s è, dopo la vicenda Quarto, disperato”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi