CALTAGIRONE – Il Macc – Museo d’arte contemporanea  – nell’ex Ospedale delle Donne, in via Luigi Sturzo 167, è stato riaperto al pubblico con i seguenti orari: lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 9,30 alle 13,30; mercoledì e domenica chiuso. All’interno del Macc i Musei civici, con la collaborazione del Movimento apostolico ciechi e dell’Istituto per lo sviluppo delle potenzialità apprenditive e relazionali, hanno realizzato un itinerario di visita per non vedenti e ipovedenti, che viene adesso riproposto con l’obiettivo di dare loro la possibilità di conoscere le significative opere ospitate dall’edificio. Essi possono così toccare alcune di esse, appositamente scelte per le loro caratteristiche volumetriche e materiche, ascoltando nello stesso tempo la descrizione delle stesse.

“Alle persone con disabilità visiva – si sottolinea dai Musei civici – viene così offerta l’opportunità di fruire di un percorso strutturato, permettendo loro di toccare l’opera d’arte, di esplorarla con le mani, di analizzarla e conoscerla attraverso il tatto e l’odorato, per godere del suo valore estetico, storico ed emozionale. Si punta, in questo modo, a valorizzare un’idea e una funzione dei musei sempre più rivolta alla dimensione sociale ed educativa, dunque tenendo conto dei <bisogni speciali> di una parte del pubblico.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi