Il “day after” ha il sapore dolce della speranza e del riscatto, dopo un inizio di stagione deludente. Il tecnico della Giavì Pedara Piero Maccarone non nasconde la soddisfazione per la vittoria della sua squadra (la terza della stagione dopo Termini e Lamezia), respingendo l’addebito di squadra: “La nostra era solo una crisi di risultati, finalmente la risposta che aspettavamo è arrivata. La squadra ha sempre giocato, ha avuto un buon approccio alle partite. Non è un caso che abbiamo perso molte partite per 3-1… ”. Eccolo servito, visto che nella giornata più difficile e meno attesa ieri è arrivata l’affermazione nella stracittadina e contro la capolista Planet Strano Light Pedara. Bella, appassionante e degna di ogni derby la sfida della penultima giornata d’andata in B2 femminile.

Mister Maccarone, si aspettava una vittoria in casa della capolista dopo un momento così negativo?

“Io quando gioco le partite mi aspetto qualsiasi tipo di risultato; nella pallavolo le partite sono complicate e quindi può scaturire qualsiasi tipo di risultato: sulla carta loro erano favoriti, ma la carta ( per fortuna) non gioca nello sport e nei derby”.

Quanto ha inciso l’infortunio della Nielsen?

“Sicuramente perdere nel corso della gara un’atleta del calibro della Nielsen non è semplice, però non so con lei in campo che partita sarebbe stata: d’altronde avevamo perso il primo set ai vantaggi (27-25 )e conducevamo il secondo con un discreto margine (19-12); quindi non saprei sinceramente esprimere una valutazione”.

Cosa le è piaciuto della squadra?

“Mi è piaciuto particolarmente il lavoro fatto in fase di correlazione muro e difesa, e la gestione di alcune situazioni tattiche che avevamo preparato”.

La parola chiave è sempre “continuità”, quella che è sinora mancata. Come si acquisisce?

“Non ci sono particolari medicine: bisogna lavorare in palestra, porre particolare attenzione su alcuni aspetti tecnici e tattici e soprattutto vincere di più: le vittorie sono importanti per il lavoro che fai durante la settimana, ti danno qualche certezza in più”.

Foniciello, 39 punti in due partite, che contributo ha fornito alla squadra?

“Daniela è un’atleta valida, intelligente, che si sta calando nella nostra realtà: sicuramente è un discreto bottino, ma sono convinto che con il lavoro in palestra potrà dare un ulteriore contributo alla nostra causa”.

Sabato arriva il Gallico, importante scontro salvezza.

“Sarà totalmente un’altra partita rispetto al derby, una squadra con caratteristiche diverse: dobbiamo resettare e concentrarci su questo nuovo scoglio. Questo girone è veramente duro, tutto possono vincere e perdere contro chiunque ( infatti le prime tre hanno tutte perso da tre punti ndr). Proveremo sicuramente a dare continuità alla vittoria contro la Planet che ci consentirebbe di raccogliere punti pesanti contro una diretta concorrente”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi