PALERMO – Il 22 gennaio Minimum ospita un incontro sul tema dell’editoria e del fotogiornalismo.

Irene Opezzo, Photo Editor del quotidiano “La Stampa” e il fotografo Alfredo D’Amato si confronteranno sui rispettivi ruoli all’interno dell’industria fotografica.

Quali sono le dinamiche della redazione iconografica di un quotidiano nazionale?
In che modo un lavoro approfondito e di lungo termine può diventare un contributo nel mercato editoriale?
Quali sono le relazioni attuali tra le due professioni?
Come queste riescono a convergere in un periodo di enorme produzione fotografica  di profonda crisi editoriale?

L’incontro è aperto e libero, in via Giacalone 33. Si comincia alle 18:30.

irene
Irene Opezzo è Photo Editor del quotidiano ”La Stampa”, dove si occupa di produzione e ricerca fotografica.
A Milano frequenta i corsi di Design al Politecnico e studia fotografia al CFP Bauer, dove approfondisce progetti di ricerca, storia e photo editing. Inizia a lavorare con fotografi anche a Berlino e Bruxelles, per magazine di moda e a Vogue Italia con Alessia Glaviano dedicandosi ai canali web di attualità, arte, fotografia ed eventi. Dal 2010 si trasferisce a Torino per lavorare a ”La Stampa” di Mario Calabresi. Pubblica regolarmente racconti fotografici di attualità commissionando reportage in Italia e all’estero. Nel 2015 vive 6 mesi a Los Angeles dove è Photo Editor di Vice News e lavora con i giornalisti e i video producers del progetto di Jason Mojica.

Alfredo D’Amalfredoato ha studiato “Art, Media and Design” presso il London College of Printing e si è laureato in Fotografia Documentaria all’University of Wales, a Newport. Lavora su progetti a lungo termine in Europa Occidentale e Orientale, in Africa e Sud America, occupandosi soprattutto dei paesi di lingua portoghese e concentrando la sua ricerca sulle interrelazioni fra cultura africana e influenze occidentali.
I suoi lavori sono stati pubblicati su quotidiani e magazine internazionali e ha lavorato con UNHCR, UNICEF e altre ONG in Europa e nel mondo. Nel 2005 Alfredo D’Amato ha vinto il prestigioso Observer Hodge Award, il One Word Me
dia Award, nella sezione fotogiornalismo, e il premio UNICEF Photo dell’anno. Nello stesso anno è stato selezionato per il World Press Photo Joop Swart Masterclass.
Il suo lavoro è esposto all’interno della collezione permanente del George Eastman House Museum in Rochester, a New York.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi