di Agnese Maugeri

Catania – Una serata di musica, di spettacolo ma soprattutto di forte impegno sociale. Questo è ciò che vivrà domani sera il pubblico presente al Centro culturale ZO dove dalle ore 21.00, potrà ascoltare le note della l’HJO Jazz Orchestra, 12493974_10205874592492032_381610671851011283_o-1-1-750x400diretta dal M° Sebastiano Benvenuto Ramaci che accompagneranno i presenti nel mondo sello swing e del jazz.

La serata è stato organizzata sotto la direzione artistica di Liliana Nigro e in collaborazione con Radio Universal di Isidoro ed Emilio Raciti, l’Accademia musicale Naima, il magazzino musicale Miceli, Officine Demetra Fotografie, l’Artigiano Album&centerFotoGrafika e Streetfood Live restaurant wine bar.

Durante l’evento vi sarà anche una consegna molto speciale; un impegno sociale voluto dalla Nigro e dell’HJO Jazz Orchestra, verranno donato uno strumento  ai piccoli e talentuosi musicisti dell’Orchestra Falcone e Borsellino del disagiato quartiere S. Cristoforo di Catania. Il regalo è un forte simbolo e sostegno per la lotta a favore della legalità intrapresa da “La Fondazione Città Invisibile” presieduta da Alfia Milazzo.

Abbiamo contattato telefonicamente Liliana Nigro, docente dell’Accademia Artistica di Catania e direttore artistico della manifestazione, e gentilmente ci ha donato piccole anticipazioni della serata.1529748_243033142561232_5803391835772782232_o

“Abbiamo legato questa serata – Swing Era – a un scopo sociale. Conosco bene l’Orchestra Falcone Borsellino, vado spesso a trovarli e ho potuto constatare la forte volontà di questi giovani ragazzi di voler imparare a suonare, purtroppo però ho anche notato come manchi la materia prima, gli strumenti. Così è nata in me l’idea di regalare un violino a questi aspiranti musicisti. Organizzo spesso serata sociale proprio per questo, dubito fortemente nella raccolta fondi volta solo a far parlare la stampa. Noi, invece, io e la HJO Jazz Orchestra, prima ancora di raccogliere l’incasso della serata, abbiamo comprato un violino e lo consiglieremo a inizio spettacolo, al più piccolo e al più grande ragazzo dell’Orchestra Falcone Borsellino, presieduta da Alfia Milazzo”.

Lo scopo sociale però non si concluderà con la sola serata di domani ma, come ci anticipa Liliana, vi è una progettualità in questi eventi: “La prima serata è quella del 22 gennaio ma non rimarrà un caso isolato. Posso già anticiparvi che il 26 gennaio vi sarà una nuova serata, questa volta dedicata al mitico Frank Sinatra, per celebrare anche il suo centenario avvenuto lo scorso dicembre. Infine a marzo organizzeremo un’altra serata, l’ultima, con un grande tributo agli stilemi importanti storici del jazz da Glenn Miller a Duke Ellington, facendo riassaporare la magica atmosfera diventata patrimonio culturale”.

12509100_10205928970891458_8032659952292848730_nLa big band siciliana, ci spiega la Nigro è composta da ben diciotto elementi tra fiati e ritmica, guidata dal primo trombonista del Teatro Massimo Bellini di Catania Sebastiano Benvenuto Ramaci, una vera orchestra tipica degli anni 30.

“Chi è che vuole fare, può fare. Basta solo organizzarsi, noi regaleremo dei violini, a molti potrà sembrare nulla di speciale e invece per i ragazzi dell’Orchestra Falcone Borsellino vuol dire impegnarsi in qualcosa, appassionarsi e andare oltre la loro quotidianità”. Con questa frase Liliana Nigro ha concluso il nostro interessante colloquio, parole che toccano l’animo di tutti.

Per aiutare gli altri basta davvero poco solo l’impegno e la determinazione, una prova tangibile di tutto questo sarà il meraviglioso spettacolo di venerdi 22 gennaio, dove le note degli eccelsi musicisti della HJO Jazz Orchestra verranno colorate dai sorrisi dei piccoli grandi musicisti dell’Orchestra Falcone Borsellino.

Agnese Maugeri

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi