Applicato e concentrato, Ezio Vittorio coach della Domusbet Amatori Catania alza l’attenzione della sua squadra. Momento della verità per la formazione etnea, un momento da prendere e conquistare, il classico carpe Diem, nel cogliere l’attimo, se si vuole coltivare il sogno, l’obiettivo firmato serie A. Avversari importanti nel girone 2 della poule promozione, ma non impossibili se testa, gambe e cuore girano come la prima parte di stagione.

 “Ci siamo – afferma Ezio Vittorio – stiamo preparando quello che ci siamo conquistati sul campo. Adesso umiltà e concentrazione e soprattutto applicazione. La pole promozione è l’inizio vero e proprio del nostro cammino e dobbiamo conquistare metro dopo metro il nostro sogno”.

 “Abbiamo fatto un’ottima prima parte di campionato, crescendo partita dopo partita nella consapevolezza di squadra e nei fondamentali. Sia chiaro sconfitta ininfluente a Messina, ma martedì ai ragazzi ho sottolineato il mio disappunto. Purtroppo è mancato l’approccio alla gara in due occasioni, nelle due sconfitte che abbiamo subito entrambe in trasferta. Questo non deve accadere adesso, non possiamo permettercelo con avversari del genere”.

 “Le avversarie sono toste – chiosa Ezio Vittorio – conosciamo bene Benevento e Messina, ma attenzione al duro e ostico campo del Colleferro un team che non molla mai ed ha una grande tradizione. Mentre Civitavecchia sembra la squadra da battere con individualità di primo livello. Noi dobbiamo fare il nostro, dimostrare la stessa qualità con cui abbiamo battuto prima e pareggiato in casa loro contro Benevento o la veemenza di squadra mostrata nei successi conquistati in campionato. L’Amatori Catania non deve temere nessuno, rispettare si, ma abbiamo un mix molto interessante di giovani e giocatori più esperti che può esaltare questa stagione”.

 “La nostra forza? Proprio questo mix di giovani in rampa di lancio e giocatori scafati nel rettangolo di gioco di cui parlavo prima – conclude Ezio Vittorio – siamo migliorati molto in alcuni fondamentali e lavoreremo in questa ottica per arrivare preparati al match casalingo contro Messina. Mi spaventano le pause, tendiamo a rilassarci, ma questo non dovrà avvenire perché a posta in palio è troppo ghiotta e l’Amatori Catania deve afferrare questa sfera per correre senza fermarsi verso la meta”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi