Il 27 gennaio, in occasione della “Giornata della memoria” per commemorare le vittime della Shoah, la scrittrice Ismete Selmanaj sarà ospite di due incontri, dal titolo “Un impegno per il futuro: costruire un cammino senza crimini”, previsti a Gela e a Niscemi, rispettivamente presso gli istituti scolastici “Luigi Sturzo” e “Leonardo Da Vinci”.

Verginità rapite.jpgAl centro del dibattito il libro “Verginità rapite” edito in lingua italiana da Bonfirraro, una storia di stupri e violenze, nell’Albania stretta nella morsa della dittatura comunista, tra la fine degli anni ‘70 e l’inizio degli anni ’80, cui però segue un orgoglioso riscatto.
Il primo incontro avverrà presso l’aula magna dell’Istituto tecnico commerciale “Luigi Sturzo” di Gela alle ore 10.30, organizzato dai club service Fidapa – BPW Italy, Kiwanis, Rotary e Inner Wheel, in collaborazione con la libreria Randazzo e Bonfirraro editore. Oltre all’autrice, interverrà l’editore Salvo Bonfirraro e il dirigente Grazio Di Bartolo, con la moderazione di Fabiola Polara. È prevista la lettura di alcuni brani tratti dal romanzo, accompagnati dalle esecuzione musicali a cura degli alunni della II B del liceo “Eschilo” di Gela. Si potranno, inoltre, ammirare le opere di Michele Alba e Benedetta Caccamo.
Nel pomeriggio alle 17, appuntamento aperto a tutti a Niscemi presso l’aula magna dell’Istituto Leonardo Da Vinci. Oltre a Bonfirraro, a dibattere con l’autrice anche il preside Fernando Cannizzo e Rosanna Muscia. Selezione di brani curati dalla docente Cinzia Nazzareno.
Una tragedia di dimensioni immani come quella dell’Olocausto funge così da monito per sensibilizzare le nuove generazioni a rifuggire dalla violenza e combattere tutti i crimini contro l’umanità. Toccanti e importanti, infatti, sono messaggi universali veicolati dal romanzo: Mira, la protagonista, è un’eroina dalla straordinaria forza morale che trascorre la sua adolescenza violata. Con l’avanzare delle pagine si inizia a intraprendere insieme alla protagonista un percorso che diviene dialogo intimo tra personaggio e lettore. Mira ci conduce negli angoli insondabili del suo cuore; ci svela i suoi segreti più scabrosi e i suoi desideri più nascosti. Una combattente moderna che, nella miseria e nella difficile situazione sociale e politica che la circonda, cerca di ricostruirsi una vita nuova.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi