Moda, Il West è Pop ed è Dolce & Gabbana

di Martina Strano

 

MILANO – Ancora una volta non è una sfilata, ma uno spettacolo, un evento che travolge e coinvolge lo spettatore. Ancora una volta non è una collezione, ma un sogno, uno stile di vita, un messaggio. Questo e tanto, anzi tantissimo, è Dolce & Gabbana.

La nuova collezione uomo autunno/inverno 2016-2017 ha il nome di “C’era una volta il West (siciliano)” perché ancora una volta la fonte di maggiore ispirazione è la terra sicula, stavolta insieme al mondo del cinema con Sergio Leone e le musiche di Ennio Morricone.

Un vero e proprio allestimento da set cinematografico, con tanto di cactus e macchina da presa, per questo “sicilian western”. Dopo i titoli di testa proiettati su un telone, via alla sfilata-film: i con i modelli sfilano in passerella con dei mini Ipad per girare degli short movie che vengono proiettati in diretta sui maxischermi all’interno della sala e trasmessi in streaming sui social della maison.

Nel disegnare la collezione, i due stilisti non hanno rivisto i vecchi film, ma si sono semplicemente lasciati trasportare dalla musiche di Ennio Morricone che già collabora con loro per gli spot pubblicitari. Quindi niente stivali, cappelli e cinturoni da cowboy. Troviamo invece slipper di pelo, coppola, immensi montoni, giacche di velluto, pantaloni di agnello, abiti tre pezzi grigio antracite. Cactus e ferri di cavallo diventano le fantasie per completi pigiama e le piccole bandana di seta, i carretti siciliani vengono invece accostati alle diligenze, le rose intrecciate alle pistole e i simboli sacri alle stelle da sceriffo.

Per finire, troviamo i due stilisti Domenico e Stefano, formato pupazzo, applicati su maglie e zainetti, mentre vanno in giro in scooter, viaggiano in giro, escono con cani e gatti o si cimentano con il alzo come dei veri cowboy.

 

Martina Strano

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi