Chiara D’Amore

CATANIA – Mettere in scena il lato comico dell’amore non è impresa facile, ma quando si riesce a unire talento e ironia il pubblico del 10408072_1460184114236922_2332303871391439696_nweb non può che lasciarsi coinvolgere. L’amore ai tempi di Facebook non è quindi solo link sdolcinati e frasi strappalacrime ma anche autoironia e voglia di mettersi in gioco. Un nome su tutti? “I MaLa Pigghiati”, un duo comico catanese che in poco meno di un anno ha conquistato quasi 30 mila follower e migliaia di visualizzazioni su facebook.

Lei si chiama Laura Libera Russo  e ha già diretto il cortometraggio “My name is Simone” vincitore del “MyGiffoni”, lui è Marco Luggisi e viene dal mondo della musica, insieme decidono di dar vita a “I MaLa Pigghiati” un po’ per gioco e in poco tempo riescono a conquistare i primi consensi sulla rete. Il duo ironizza sui piccoli problemi delle coppie con leggerezza e si cimenta in performance musicali che spaziano dai classici della musica italiana e internazionale fino alle colonne sonore della Walt Disney.

  •  Come nasce l’idea di creare un duo comico?

Laura: “Nasce da una mia iniziativa, ho sempre avuto una grande passione per il teatro e per il cinema e quindi ho deciso di coinvolgere Marco. Vivendo insieme e ridendo moltissimo di noi stessi abbiamo pensato di creare dei piccoli sketch che raccontassero la nostra vita quotidiana, così abbiamo iniziato a riprenderci con un telefonino.  Pian piano abbiamo visto che la gente iniziava a seguirci e questa è stata la spinta per continuare”.

  •  “I MaLa Pigghiati”, immagino non sia un nome casuale…

Laura: “ Sono stata una serata intera a pensare al nome e alla fine questo mi è sembrato perfetto. “MaLa” sono le iniziali dei nostri nomi e in più di tratta di un modo di dire siciliano che in qualche modo ci rappresenta”.

– Il web è una realtà sempre più importante per chi desidera mettere in mostra il proprio talento e spesso diventa un trampolino di lancio per entrare nel mondo dello spettacolo. Può essere questo il segno di un cambiamento nel mestiere dell’artista?

Marco: “Certo, può essere una nuova strada da percorrere. Ci sono youtuber o video maker che usano la rete come vetrina per poi arrivare al cinema, al teatro o alla pubblicità senza avere un vero mestiere alle spalle . Io personalmente non escludo di  poter arrivare a qualcosa di più, nonostante il mio mondo sia quello della musica e non la recitazione”.

  • Quanto nel vostri video c’è di reale?

Laura: “Abbastanza, noi ridiamo molto e  siamo molto complici. Il mio amore per i dolci, Marco che borbotta perché lo costringo a guardare Frozen o lui che mi prende in giro per come guido, sono tutti fatti assolutamente reali.  Le idee insomma nascono dalle piccole situazioni quotidiane che viviamo tutti i giorni, con un’attenzione particolare al pubblico femminile a cui, soprattutto io, amo rivolgermi”.

  • I video in cui Laura canta le colonne sonore dei film d’animazione della Walt Disney riscuotono molto successo, questo testimonia la voglia di tornare ad una forma di intrattenimento più pulito anche sul web?

Laura: “Sì, Disney trionfa sempre e non solo tra i più piccoli. Io sono cresciuta con questi film e continuo ad amarli perché riescono a regalarci un sogno e a farci vivere una magia che non appartiene alla vita reale. Interpreto le principesse con grande passione e ho scoperto che sono in molti ad apprezzare questa atmosfera senza tempo”.

Marco: “ Ciò dimostra come questo sia un contenitore all’interno del quale, una volta acquisita la visibilità necessaria, è possibile inserire un po’ di tutto, dalla scenetta, alla canzone in cui io suono e Laura canta, dai video delle principesse Disney  fino al monologo”.

  •  C’è  qualcuno a cui vi ispirate?

Laura: “ Noi abbiamo come immagine di copertina su facebook una foto di noi due a letto in cui io leggo un libro mentre lui mi guarda ed è un chiaro riferimento a Sandra e Raimondo, la coppia per eccellenza. Si sono amati realmente nella vita e hanno fatto ridere gli italiani riuscendo a mantenere sempre un certo stile e una grande educazione, per questo non possono che essere una fonte di ispirazione inarrivabile. Anche noi cerchiamo sempre di non andare oltre e non dire parolacce, è una scelta che vorremmo continuare a portare avanti”.

  • Chi tra voi due è più “MaLa Pigghiato”?

Marco: “ Sicuramente tra di noi la “MaLa Pigghiata” per eccellenza è Laura. Diciamo pure che io subisco quello che sono i vari sbalzi di umore e le diverse idee che le balenano in testa”.

  • Ora state iniziando a  conquistare un pubblico sempre più numeroso, cosa avete in mente per il vostro futuro?

Laura: ”Adesso iniziamo a ricevere delle proposte quindi speriamo di poter avere l’opportunità di fare qualcosa nel mondo del teatro, del musical o della pubblicità”.

Marco: “Più la gente ti segue più inizi ad avere un piccolo “potere” per cercare di proporti o per ricevere delle proposte, adesso si tratta di capire quale sia la direzione da prendere e quindi cercare di proseguire sulla giusta strada”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi