Vittoria doveva essere, vittoria è stata. Ma quanta sofferenza. Ennesima settimana difficile dopo il secondo arresto di Pulvirenti arrivato a seguito delle indagini della Procura catanese riguardanti la compagnia aerea Wind Jet che ha scaldato la piazza. Dopo tre pareggi consecutivi il Catania torna dunque al successo superando un rognoso Matera con il risultato di 2-1. Tutto nella ripresa: vantaggio rossazzurro firmato Calil al 54′, raddoppio di Falcone al 69′. Gol della bandiera di Infantino, all’80, per i lucani che vedono così interrotta la striscia di risultati utili consecutivi (il Matera non perdeva dal 25 ottobre scorso). Primo tempo disastroso. Errori grossolani a centrocampo, male soprattutto Musacci, e pubblico in aperta contestazione nei confronti di Pancaro, ritenuto dalla tifoseria il principale responsabile del calo di rendimento della squadra etnea. Nella ripresa la reazione, con i cambi di Calderini e Scarsella decisivi. I problemi non sono tuttavia risolti, è apparso evidente. Il Catania si tiene stretto i tre punti, solo questi.

LA GARA

Pancaro non cambia e schiera per dieci undicesimi la stessa formazione che ha pareggiato a Cosenza. Unica novità nel consueto 4-3-3, l’inserimento in difesa di Ferrario, al posto dello squalificato Pelagatti. Per il Matera di Padalino speculare 4-3-3 con il forte Letizia che parte dalla panchina. In difesa Di Lorenzo, Zaffagnini, Ingrosso e Tomi, centrocampo a tre con Casoli, De Rose e Iannini. Armellino spostato avanti assieme a Carretta e Infantino.

Le prime battute del match sembrano favorevoli al Catania che cerca di manovrare e creare azioni offensive di rilievo. La prima vera occasione però è di marca lucana con Iannini che spedisce a lato al ‘9. Due minuti più tardi ottima azione dei padroni di casa con Di Cecco che libera con un delizioso filtrane l’accorrente Nunzella che spedisce al centro non trovando però compagni pronti a metterla dentro. Al 25′ è ancora il Catania a rendersi pericoloso, con il colpo di testa di Calil sventato in angolo da Bifulco. Etnei graziati al 29′, quando Infantino spedisce incredibilmente alto da posizione più che favorevole. Poi solo azioni sporadiche, poco gioco a centrocampo e troppi, davvero troppi errori in fase di impostazione. La risultante è scontata e si traduce in una contestazione durissima della tifoseria nei confronti di Pancaro.

Nella ripresa il tecnico prova subito a cambiare le carte in tavola attraverso gli inserimenti di Calderini (al posto di Musacci) e Scarsella (che sostituisce Plasmati). Al 54′ la svolta: Calderini tira dalla destra, Bifulco sventa ma sulla testa di Calil che insacca l’1-0 scacciando la paura. Sterile la reazione dei materani. Il Catania ne approfitta e segna il 2-0, il minuto è il 69′. Di Cecco serve magistralmente Falcone che entra in area e supera l’estremo difensore avversario con un preciso diagonale. Il Matera sembra tramortito, Padalino allora corre ai ripari attingendo dalla propria panchina: Letizia e Gammone in campo, gli ospiti si giocano il tutto per tutto. La reazione effettivamente c’è e si concretizza all’80’: azione rocambolesca in area, traversa di Carretta, interviene Infantino che brucia un incolpevole Liverani. Spazio per le sostituzioni: nel Matera entra anche D’Angelo, per il Catania, invece, Pancaro chiude i varchi chiamando in causa Bastrini che prende il posto di Calil. Dopo 5′ di recupero termina il match. 2-1 per il Catania: boccata d’ossigeno fondamentale per la stagione.

TABELLINO Catania-Matera 2-1 Calil 54′, Falcone 69′, Infantino 80′

CATANIA (4-3-3): Liverani; Garufo, Ferrario, Bergamelli, Nunzella; Agazzi, Musacci (Calderini 50′), Di Cecco; Falcone, Plasmati (Scarsella 53′), Calil (Bastrini 89′). A disp.: Bastianoni, Bacchetti, Pessina, Barisic, Rossetti, Ficara. All.: Giuseppe Pancaro

MATERA (4-3-3): Bifulco; Di Lorenzo, Zaffagnini, Ingrosso, Tomi; Casoli (Letizia 75′) , De Rose (D’Angelo 86′), Iannini; Carretta, Infantino, Armellino (Gammone 75′) . A disp.: Biscarini, Meola, Zanchi, Scognamillo, De Franco, Pagliarini, Rolando, Albadoro. All.: Pasquale Padalino

ARBITRO: Antonello Balice (Termoli); ASSISTENTI: Loni (Cagliari), Annunziata (Torre Annunziata)

AMMONITI: Musacci, Infantino, Di Lorenzo

ESPULSI

LA CRONACA

90’+5: Termina il match, Catania-Matera 2-1

89′: Per il Catania, uno stremato Calil lascia il campo. Al suo posto dentro Bastrini

86′: Terza sostituzione per il Matera. Dentro D’Angelo, fuori De Rose

80′: Il Matera accorcia le distanze. Azione rocambolesca in area

75′: Doppia sostituzione per il Matera. Casoli e Armellino lasciano il posto a Letizia e Gammone

69′: Raddoppio Catania: Di Cecco è bravissimo a lanciare Falcone sulla sinistra. L’esterno offensivo penetra in area e supera l’estremo difensore avversario con un preciso diagonale

54′: Catania in vantaggio. Calil è lesto nell’approfittare di una respinta di Bifulco sulla precedente bordata dalla destra di Calderini

53′: Plasmati toccato duro, è costretto ad uscire. Pancaro getta nella mischia anche Scarsella

50′: Prima sostituzione in casa Catania: Musacci lascia il posto a Calderini. Rossazzurri a trazione anteriore

46′: Inizia la ripresa

45′: Termina il primo tempo. Il Massimino fischia e contesta nei confronti del tecnico Pancaro

44′: Cross dalla destra, Bifulco smanaccia ma la palla arriva a Di Cecco. Azione ghiottissima: l’estremo difensore chiude e sventa il pericolo

35′: Brutta partita, regna l’equilibrio. Quanti errori a centrocampo per i rossazzurri

29′: Il Matera si divora il gol del vantaggio. Servito splendidamente dalla sinistra nel cuore dell’area di rigore da Iannini, Infantino calcia alto graziando una colpevole retroguardia etnea

25′: Si va vedere il Catania. Nunzella pennella dalla sinistra, colpo di testa centrale di Calil che costringe in angolo Bifulco

13′: Punizione per il Matera da posizione interessante, poco decentrati a destra. La conclusione di Carretta trova preparato Liverani che blocca senza problemi

11′: Ottima azione del Catania, dalla sinistra. Di Cecco libera con un delizioso filtrante Nunzella che mette in mezzo non trovando però Plasmati

9′: Per il Matera ci prova Iannini, ma la conclusione finisce a lato, non di moltissimo: nessun pericolo per Liverani

5′: Prime fasi di studio della partita, il Catania prova a premere sull’acceleratore sin dalle prime battute

1′: Inizia il match tra Catania e Matera valido per la terza giornata di ritorno del campionato di Lega Pro

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi