ACIREALE – Decine e decine di migliaia di spettatori hanno festeggiato nelle strade e nelle piazze barocche la prima domenica del Più bel Carnevale di Sicilia 2016! Numeri record e clima primaverile hanno esaltato gli organizzatori e i maestri della cartapesta, che con le loro meravigliose opere in parata lungo il circuito hanno dato il meglio regalando straordinarie esibizioni al pubblico del terzo Carnevale d’Italia.

Il Carnevale di Acireale stravince! Stravince il connubio barocco e cartapesta, stravince il format collaudato che vede famiglie giovani e bambini in maschera impadronirsi della città e stravincono gli organizzatori del Trofeo Carnevale di Acireale.

Numeri record anche per la manifestazione valida come prima prova del 22° Grand Prix Regionale di Corsa Senior/Master 2016. Grandi numeri e grandi prestazioni, sport, tradizione e sano agonismo per la gara più suggestiva, che ha registrato quasi 1000 aDSC_0528tleti, (alcuni in maschera), ai nastri di partenza e un pubblico numeroso intento ad ammirare l’ottima prestazione dei partecipanti lungo le strade del centro tra i giganti in cartapesta. Vincitore della II edizione del Trofeo Carnevale di Acireale è stato il ventiseienne Alessio Terrasi, atleta della Fiamma Rossa Palermo, che ha chiuso la gara in 32’44; al secondo posto Mohamed Idrissi della Polisportiva Menfi 95, terzo Luigi Spinali dell’Atletica Sant’Anastasia. Barbara Bennici della Fiamma Rossa Palermo, in tutina da superman, ha vinto la categoria femminile, chiudendo la gara in 41’01. Seconda Annalisa Di Carlo della Polisportiva Menfi 95, terza Rosaria Puglisi dell’Atletica Misterbianco. La manifestazione è organizzata dall’Atletica Virtus Acireale, presieduta da Nino Leotta, con il patrocinio del Comune di Acireale e della Fondazione 12662465_1685890194961975_8010278091744271201_n
Carnevale Acireale e in collaborazione con la FIDAL Sicilia. Prima dello start, affidato al sindaco, Roberto Barbagallo, è stato osservato il minuto di raccoglimento per ricordare il cavaliere Sebastiano Leotta, recentemente scomparso. Grande finale sul palco della piazza del Carnevale, con le premiazioni e le foto di rito con organizzatori, sponsor e amministrazione comunale.

Grandissima attesa della folla per la prima sfilata dell’edizione 2016 dei sette carri allegorico grotteschi, introdotti nel circuito dal grande palco spettacolo mobile animato dal suono dei ritmi latini. Grande debutto anche per la novità dell’inverno 2016, il I concorso riservato alle Maschere singole, realizzate da giovani artisti, aspiranti maestri della cartapesta. Cinque le maschere in gara: Vatileaks di Salvatore Li Pira, WWW. Non ci ni capisciu cchiu di Alberto Siracusa, Ghiaccio caldo di Corrado Leocata, Vichinghi d’Italia di Manuel Grimaldi e Ma…la sanità di Lucia Signorello, che hanno seguito la parata dei carri allegorici, accompagnate dalle eccezionali Cookie Band svizzera Harlekin e della Marching Band Amaseno.

«È stata una domenica straordinaria, un tappeto di folla che lascia pochi12669294_186998198329050_253479591_o dubbi sul fatto che questo Carnevale sia davvero uno spettacolo d’eccezione e che mi ha veramente emozionato. Penso che i gufi quest’anno siano davvero rimasti sugli alberi,- ironizza il presidente
della Fondazione Carnevale di Acireale, Antonio Coniglio-. La giornata si è aperta con una 10 km spettacolare con mille partecipanti, ogni angolo del circuito è gremito di pubblico, le mostre del Carnevale e il Museo dell’Opera dei Pupi sono prese d’assalto, continuiamo all’insegna dell’entusiasmo».

Grande lavoro della Polizia Municipale e dei volontari della Protezione Civile, ha sottolineato il sindaco Roberto Barbagallo: «I numeri dell’apertura e di questa prima domenica sono un successo straordinario e l’organizzazione ha lavorato con impegno per gestire una manifestazione enorme che si conferma tra i primissimi Carnevali d’Italia. Il nostro impegno sarà massimo per garantire che tutto funzioni al meglio anche nei prossimi giorni e per accogliere i tantissimi visitatori e turisti, che già hanno letteralmente preso d’assalto il circuito cittadino. Acireale respira, e credo sia un grande successo per tutti, per noi amministratori, per tutte le attività commerciali e ricettive, per tutta la città che in questi giorni torna ad essere al centro dell’offerta turistica meridionale».

Lo spettacolo si chiuderà solo a tarda sera in piazza Duomo con un grande spettacolo di musica e cabaret. Sul palco Massimo Minutella e Lab Orchestra, con Lello Analfino e i comici Matranga e Minafò di Made in Sud.

Il direttore artistico del Carnevale di Acireale, Giulio Vasta, ricorda il prossimo appuntamento, giovedì 4 febbraio: «Abbiamo pensato ad un giovedì grasso interamente dedicato ai ragazzi. Si comincia di mattina allo stadio Tupparello con la prima Coppa Carnevale di Acireale, a cui parteciperanno le società Junior Acireale, Cosenza Calcio, Calcio Catania e ACR Messina, nel pomeriggio sfileranno i bambini delle scuole in maschera, quest’anno sul tema “Il Cinema”, poi il circuito sarà invaso dagli artisti di strada, giocolieri, saltimbanchi, maghi, trampolieri, acrobati e si concluderò con “Ballando a Carnevale” la grande festa delle scuole di danza acesi».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi