CATANIA − “Così come avevamo previsto per il 2015il positivo andamento turistico dello scorso anno, ci aspettiamo, anche per il 2016, un’ulteriore crescita degli arrivi e delle presenze turistiche sul nostro territorio già nei prossimi mesi dell’anno”. È questo il commento a conclusione delle festività agatine di Franz Cannizzo. presidente di Abbetnea, l’associazione di categoria costituita dai bed & breakfast e da tutto il mondo del ricettivo extralberghiero (affittacamere, case vacanze, turismo rurale) di Catania e di tutta la provincia etnia che aderisce alla Confcommercio.

“In occasione della Festa della Patrona di Catania – ha commentato Franz Cannizzo – il settore extralberghiero di Catania ha avuto una crescita del 3% rispetto allo scorso anno, sia in termini di arrivi che di presenze, che si assesta a 3,5 giorni. I dati definitivi li avremo comunque tra qualche giorno, ma confermiamo, ad esempio, la crescita del segmento stranieri, con riferimento in particolare ai Paesi extra UE e dall’Oriente, con la presenza anche di gruppi giapponesi. E questo è, secondo noi, il segnale che Catania potrebbe trovare, turisticamente parlando, in Sant’Agata una forte ricaduta per la città se si riuscisse, per esempio, ad esporre il grande tesoro durante tutto il corso dell’anno, magari dentro la Cattedrale in condizione i di sicurezza e se si potesse, in contemporanea offrire ai turisti un vero e proprio percorso agazzino tra le chiese di Catania, magari con un biglietto unico che consenta di visitare in uno o due giorni tutto il considerevole patrimonio architettonico.

Inoltre durante queste giornate di festeggiamenti, i nostri soci hanno promosso un’iniziativa molto semplice – ha evidenziato il presidente dell’Abbetnea Confcommercio – ma molto apprezzata dai turisti ospiti: l’offerta delle “minuzie” e delle “olivette” di Sant’Agata, dolci della nostra tradizione pasticciera che ci ha permesso di raccontare la storia della nostra Patrona in un contesto gastronomico di grande interesse. Nella confezione dei dolci tipici agatini, firmata da Abbetnea Confcommercio, era allegato un biglietto di benvenuto a Cataniain lingua italiana, inglese, spagnola e tedesca. l’iniziativa è stata anche – ha concluso Cannizzo – un messaggio di ringraziamento da parte degli albergatori dell’extralberghiero associati alla Confcommercioe anche un modo originale di festeggiare le donne, le tante “Agate”, ma anche uno strumento promozionale di Catania”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi