Presentati gli ultimi arrivati dal mercato di riparazione.

Giornata di presentazioni per il Catania. In sala stampa, infatti, i nuovi acquisti Lupoli, Felleca, Gulin e Logofatu hanno salutato la nuova piazza delineando i propri profili tecnici e promettendo massimo impegno per il comune obiettivo della salvezza. Prima di dare la parola ai protagonisti del campo, anche Ferrigno ha commentato la brutta batosta subita contro l’Ischia la scorsa settimana. Queste le dichiarazioni del direttore e dei calciatori:

FERRIGNO. “Dopo la sconfitta con l’Ischia si reagisce essendo uomini. Può capitare uno scivolone come quello della settimana scorsa. Adesso il Lecce, loro vengono per vincere ma noi abbiamo tanto da dimostrare sul campo. Abbiamo sempre bisogno dei tifosi. Il loro sostegno non è mai mancato, li aspettiamo. Purtroppo in alcune occasioni in campo non abbiamo offerto la prestazione che loro pretendevano”.

LUPOLI. “Dopo un buon inizio di stagione una serie di problemi fisici mi ha limitato. Poi a gennaio, d’accordo con la società, abbiamo deciso che era il momento di cambiare aria. Sono contento di essere a Catania, sin dal primo momento ho trovato un gruppo solido e una squadra con una mentalità ben definita dal mister Pancaro. Sono entrato in punta di piedi e mi ritengo pronto per dare il mio contributo per il raggiungimento dell’obiettivo. Credo che ad Ischia sia stata soltanto una parentesi negativa per noi, contro il Lecce non sarà facile ma dobbiamo provare a fare risultato. Da giovane ero considerato tra i calciatori più promettenti, nel calcio si sale e si scende facilmente. Dopo il passaggio alla Fiorentina qualcosa si è inceppato rispetto alle aspettative e ho dovuto ricominciare”.

FELLECA. “Sono felicissimo di essere qui, mi esprimo meglio sulla fascia destra ma non mi faccio problemi, seguirò i dettami del mister. Torre del Grifo è una struttura eccezionale, un fiore all’occhiello”.

GULIN. “Ero già venuto a Catania con la Primavera. Torre del Grifo è favolosa. Qui c’è tutto per fare bene e noi lavoreremo sodo. Mi trovo molto bene nel 4-3-3 di Pancaro, mi allenerò al massimo per ritagliarmi uno spazio importante. Mi sono trovato subito bene con i compagni, ritengo che il mio esordio sia stato positivo”.

LOGOFATU. “Mi ispiro a Buffon, i portieri italiani mi piacciono molto. Liverani e Bastianoni sono portieri che hanno più esperienza di me, dal canto mio cercherò di lavorare per prendermi delle soddisfazioni in futuro”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi