Una settimana di lavoro intenso, di corsa e di scarico. Rialzare la testa, ritrovando il morale perduto dimenticando per ora momento e classifica concentrandosi solo sul presente sfruttando al meglio questa sosta in campionato. La Catania C5 questa settimana non si fermerà e senza sosta continuerà ad allenarsi anche nel week-end per non lasciare nulla al caso in questo finale di campionato e per cercare di materializzare il miracolo sportivo.

Marcio Dalcin, il capitano Duda Dalcin, Manzali, Lunardi, Joao, Abate e soprattutto il rientro di Marco Marletta sono le chiavi per tentare quello che oggi appare impossibile, unendo anche la forza e l’esuberanza dei tanti under tirati fuori da questa stagione. Sei gare alla fine del campionato e l’ultimo posto incubo presente della formazione etnea. Sei gara però dove bisogna dare tutto dal primo all’ultimo minuto nonostante il blasone di alcuni avversari a cominciare dal Cisternino prossimo ostacolo in trasferta per i rossazzurri. Dicevamo un miracolo sportivo, ma che questa squadra insieme, con un lavoro mirato sui singoli e sul concetto del gruppo potrebbe anche coltivare provando anche ad arrivare almeno all’ultima giornata per giocarsi in casa al Palanitta la salvezza contro la diretta concorrente Catanzaro.

Attimi, giorni e lavoro serve tutto e molto di più come sottolinea il presidente etneo Antonio Marletta: “siamo molto coscienti del momento – chiosa il numero uno della società rossazzurra – ma nello stesso tempo sappiamo che ad oggi il nuovo gruppo creato a gennaio ancora non ha avuto la possibilità di esprimersi nel suo complesso. Questi saranno giorni importanti e di lavoro intenso grazie all’apporto di tutti e del nostro direttore tecnico Robson. Faremo di tutto per salvare questa categoria, troppo importante per noi e per la città di Catania. Il cammino è sicuramente duro ma non impossibile e speriamo di riuscire nell’impresa sportiva”

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi