Sconfitta casalinga per il Palermo. Il Torino passa 3-1 al “Barbera” in rimonta. Iniziale vantaggio rosanero firmato da Gilardino, Immobile pareggia i conti dal dischetto, un autogol di Gonzalez e un’altra rete di Immobile regalano la vittoria ai granata.

Bosi schiera i rosanero con il 4-3-2-1. Davanti a Sorrentino gli esterni sono Morganella e Rispoli, mentre la coppia centrale è formata da Goldaniga e Gonzalez. In cabina di regia c’è Brugman, mentre gli interni sono Hiljemark e Chochev. Vazquez e Quaison sono i trequartisti dietro l’unica punta Gilardino. Ventura risponde con il solito 3-5-2. Due i cambi rispetto alle indiscrezioni della vigilia, con Vives e Bruno Peres in campo e Gazzi e Molinaro in panchina.

La partita inizia nel migliore dei modi. Al 2’ Vazquez serve con uno splendido suggerimento per Morganella, lo svizzero crossa di prima per Gilardino che di piatto sinistro mette in rete il pallone dell’1-0. Le cose sembrano mettersi bene, anche se i granata sfiorano subito il pareggio con Immobile. Su cross di Benassi, il numero 10 colpisce di testa da buona posizione ma manda a lato di un soffio.

Il Palermo soffre le veloci ripartenze della squadra di Ventura, soprattutto sui calci da fermo. In una di queste circostanze, la sfida cambia radicalmente. Su una punizione battuta da Hiljemark, Immobile riparte velocissimo in contropiede. L’attaccante entra in area, Morganella e Brugman lo chiudono con un “sandwich”. Cervellera di Taranto indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta lo stesso Immobile. Sorrentino intuisce, ma sfiora soltanto il pallone, che si insacca all’angolino basso alla destra del capitano.

Pochi minuti più tardi i granata sfiorano il raddoppio con una situazione molto simile a quella che ha portato al rigore. Belotti e Immobile dialogano perfettamente, l’ex rosanero si divora a porta sguarnita il gol del vantaggio. Il numero 9 ci riprova al 28’, con un diagonale di poco largo. Hiljemark prova dalla distanza a soprendere Padelli, ma il copione della partita è visibilmente capovolto. Ora è il Torino a spingere.

La sfortuna si accanisce contro il Palermo. Al 31’ gli ospiti passano in vantaggio su autorete. La deviazione sfortunata è di Gonzalez, che per anticipare gli attaccanti granata spedisce in rete in spaccata su cross di Bruno Peres. La tegola peggiore, però, arriva al 38’. Dopo uno scontro con Andelkovic, Sorrentino è costretto ad alzare bandiera bianca. Al suo posto entra Alastra, all’esordio in Serie A. I rosanero provano a reagire con una punizione di Vazquez, di poco fuori misura. Nel recupero, in mischia, Rispoli ha la palla del pareggio ma colpisce male. Gilardino arriva sul pallone, ma viene fermato per fuorigioco.

Benassi prova in avvio di ripresa a portare sul 3-1 i granata, ma Alastra dice di no al centrocampista. Sull’angolo successivo, Andelkovic salva sulla linea su un colpo di testa di Moretti diretto in rete. Nonostante questi due pericoli, il Palermo prova a risollevarsi e nel primo quarto d’ora della ripresa spinge alla ricerca del pareggio, sostenuto dal pubblico del “Barbera”. Al 10′ Vazquez crossa dalla sinistra per Gilardino. Il numero 11 estrae dal cilindro una magia, con un diagonale di controbalzo in precario equilibrio. Padelli respinge sopra la traversa.

Il Torino, però, esce alla distanza. Alastra evita il 3-1 con due interventi su Benassi e Immobile, mentre Glik non trova la porta su una punizione battuta a sorpresa. Al 23′, però, la partita si chiude con oltre venti minuti d’anticipo. Veloce ripartenza della squadra di Ventura, Immobile riceve palla sulla sinistra, entra in area e salta Gonzalez. Il sinistro del numero 10 granata termina sotto la traversa.

Il Palermo tenta in qualche modo di riaprire l’incontro. Vazquez ci prova dalla distanza, ma Padelli chiude la saracinesca. Il “Mudo” spaventa tutti, rimanendo a terra a pochi minuti dalla fine. Per fortuna il numero 20, dopo le cure dei fisioterapisti, torna regolarmente in campo. Su un cross di Quaison, non controllato da Gilardino, si spengono le ultime speranze. I rosanero restano a quota 26 punti in classifica, a più quattro sul Frosinone. (fonte palermocalcio.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi