Il poker è servito. E con gli interessi. La Giavì Pedara torna a casa dalla “campagna” di Puglia con tre punti che valgono un salto importante in classifica, il riscatto della sconfitta che nella partita d’andata determinò l’apertura della crisi e una dedica speciale al presidente Musumeci che venerdì ha festeggiato il compleanno.

Piero Maccarone manda in campo Ferlito in regia, Foniciello opposto; Vinciguerra e Sfogliano centrali; Il Grande e Calì di banda; Iazzetti libero. Nel Grotte di Castellana debutto in cabina di regia dell’ex palleggiatrice del Marsala, Paola Picerno. Si gioca punto sin dalle prime battute. La Giavì va avanti al primo time out tecnico (8-7). Sull’11-10 si fa male il libero pugliese Sibilia, sostituito dalla Renna. La squadra di casa accusa il colpo, commette errori in servizio e in attacco. La Giavì non concede spazi e continua a condurre sino alla vittoria del primo parziale. Daniela Foniciello è scatenata, l’opposto della Giavì, alla quinta partita, è una macchina da punti (ne metterà a segno 22). Castellana non può nulla. Nel terzo e ultimo set, Castellana, spinta dal pubblico di casa molto caloroso, stringe i tempi. E’ determinata a rialzare la testa. La Giavì risponde colpo su colpo. La squadra di casa si regala un set point con Bruno, ma non riesce alla distanza a chiudere. Gli errori in attacco di Salamida si rivelano decisivi. La Giavì, diventata sorniona, sfrutta al volo l’occasione, siglando l’ace che vale la vittoria con la regista Gabriella Ferlito. “La squadra – spiega il tecnico Piero Maccarone – non ha disputato una grande partita, siamo stati un po’ altalenanti, però abbiamo gestito bene la gara soprattutto nel terzo set dove sotto 23-24 abbiamo rimontato e vinto set e partita. Altri tre punti e si va avanti in classifica. Ora ci attende un’altra dura gara contro Termini Imerese che verrà sabato prossimo al Clan a cercare punti preziosi per la salvezza”.

Grotte di Castellana: Ragone, Picerno, Irlando ne, Bruno, Lattanzio, Tanese, Renna L2, Sibilia L1, Campanella, Salamida. All. Ciliberti.

Giavì Pedara: Foniciello 22, Calì 8, Il Grande 2, Sfogliano 1, Vinciguerra 7, Ferlito 3, Leone 1, Catania G. 0, Polizzi 0, Cuciuffo ne, Trovato ne, Iazzetti libero. All. Maccarone.

Arbitri: Giuseppe Persia e Giovanni Di Scipio.

Set: 21-25, 17-25, 24-26.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi