CATANIA – I lavoratori della direzione ecologia e ambiente, autoparco e verde del Comune di Catania incroceranno le braccia mercoledì 17 febbraio: l’appuntamento è alle ore 9 in piazza Università.

Diversi i motivi che hanno spinto la UIL FPL  a proclamare questa giornata di sciopero: innanzitutto la mancata retribuzione degli straordinari  “obbligatori”; la mancata retribuzione delle indennità accessorie (rischio – disagio – reperibilità); la mancata rotazione del personale impiegato nei c.d. “Progetti”; la mancata fornitura del vestiario; la mancata contrattazione lavoro notturno; i facenti funzioni  autisti NU; la specializzazione del personale pozzi neri; la retribuzione integrativa per lavori P.N.; la situazione del progetto autoparco per adeguamento della gestione completa di esso in rispetto delle nuove normative; la differenziazione tra autista mezzo pesante e autista mezzo leggero; gli straordinari per missioni e relativo buono pasto ed indennità (autisti mezzi leggeri) e per il personale amministrativo; la turnazione del personale dell’autoparco; il mancato adeguamento delle attrezzature (informatiche, arredi, officina, lavaggio, ecc.); il rinnovo parco mezzi ( vita media 20 anni) tranne VV.UU.

“Per questi motivi – dicono il segretario provinciale della UIL FPL Stefano Passarello e quello regionale Luca Crimi – abbiamo deciso di fare il sit- in: troppe le incongruenze che stiamo registrando da parte dell’amministrazione che, mortificando i lavoratori, non rende un servizio efficiente alla popolazione”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi