DA BEETHOVEN A BUSONI:
                                               DUE GIORNI IN VIAGGIO SULLE NOTE DEL ROMANTICISMO

Due appuntamenti per i romantici e per chi ama la musica, un viaggio che si dipanerà dalle note di Matteo Costa, al pianoforte, sabato 20 febbraio alle ore 20.30, al teatro Angelo Musco di Gravina di Catania, a quelle di Simone Gragnani, che si esibirà, sempre al pianoforte, domenica 21 febbraio alle ore 19,00, il tutto all’interno della XII Rassegna di Classica Internazionale, diretta da Giulia Gangi.
Sabato, Matteo Costa eseguirà musiche di Schumann, Chopin, Schubert e Brahms; domenica, invece, Simone Gragnani spazierà da Beethoven a Shubert, Chopin, Bach e Busoni.

                                                                                 BIOGRAFIE

Matteo Costa, laureato in Matematica, si è diplomato all’età di 19 anni col massimo dei voti presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova con il Prof. Ermindo Polidori Luciani. Nell’anno 2002 ha conseguito il Compimento Inferiore in Composizione, presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova. Nel 2008 ha conseguito il Diploma accademico di secondo livello in discipline musicale ad indirizzo concertistico con la votazione di 110/110 presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino con la Prof.ssa Daniela Carapelli.

Ha inoltre vinto numerosi concorsi a livello nazionale e internazionale quali “San Bartolomeo al Mare”, “Città di Busalla”, “Città di Sestri Levante”, “Premio Vittoria Caffa Righetti” (Cortemilia – Cuneo), “G. De Vincenzi”, “Nuovi Orizzonti”, “Città di Lissone”, “Daniele Ridolfi”.

Ha seguito i corsi di formazione cameristica tenuti da Marcello Bianchi e Daniela Demicheli (duo violino-pianoforte) e quelli del violinista di fama internazionale Nicholas Chumachenko; si è quindi perfezionato nel repertorio solistico con Daniela Demicheli. Ha altresì partecipato ai corsi di Aldo Ciccolini, Bruno Canino e Piernarciso Masi organizzati presso l’Accademia Musicale di Firenze e presso la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino. Ha conseguito il Diploma triennale di perfezionamento con il Maestro Bruno Canino presso l’Accademia “G. Marziali” di Seveso. Nell’ottobre 2005 ha conseguito il Diploma di perfezionamento del biennio di specializzazione ad indirizzo didattico col massimo dei voti e lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino con Daniela Carapelli. Nel 2007 ha conseguito il diploma triennale di musica da camera per clavicembalo e strumenti ad arco con Marcello Bianchi e Daniela Demicheli presso l’Accademia di Musica sacra antica di San Rocco in Alessandria. Iniziato giovanissimo l’attività concertistica, ancora allievo del Conservatorio, ha tenuto più volte concerti all’Auditorium del Teatro “Carlo Felice” di Genova ed è stato ospite di altre importanti istituzioni musicali italiane — tra le altre, a Saint-Vincent, Alessandria, Levanto, Rapallo, Alassio, Scandicci (Firenze), Catania, Candelo (BI), Bologna. E’ invitato a partecipare ad importanti stagioni concertistiche (Liguria in musica, Laboratorio di musica contemporanea – GAMO, Festival Sinfonico di Belluno) per tenere sia recitals solistici, sia concerti in formazioni cameristiche ed in collaborazione con orchestra.

Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione Pantheon di Genova, ha collaborato, in qualità di Direttore e Maestro concertatore, con diverse Corali polifoniche; ha collaborato inoltre presso l’Accademia Diocesana di Musica Sacra antica di San Rocco (AL) come Maestro accompagnatore al cembalo nel corso dei Master di vocalità barocca tenuti da Luca Franco Ferrari.
Come docente, ha insegnato presso diverse scuole di musica genovesi (Scuola di musica Storti, Scuola Sabezia, Scuola Statale “San Francesco d’Albaro”) e in altre istituzioni italiane (quali Liceo a sp. Musicale “Paradisi” – Vignola, Istituto Comprensivo “L. Ariosto” – Busana); tiene corsi di perfezionamento e attualmente è Docente di pianoforte dei corsi pre-accademici presso l’ISSM “G. Donizetti” di Bergamo.

Simone Gragnani inizia giovanissimo lo studio del pianoforte imponendosi subito come vincitore assoluto di decine di premi nei concorsi nazionali e internazionali italiani. Dal 1990 si è costantemente affermato nella terna dei vincitori non solo in Italia (2° premio al “W.M.Massaza”, 1° premio al “F.Liszt”, 1° premio al “Paul Harris”), ma soprattutto in Francia dove, nell’arco di tre anni consecutivi, vince il 3° premio al “Rubinstein” di Paris-Bagnolet, il 3° premio al Concours d’Epinal France-Federation Internationale des Concours Genève” e il 1° premio al Concours Musical de France a Parigi.

Da allora è ospite di numerose stagioni degli Amici della Musica, delle Società italiane dei Concerti, del Festival Internazionale di Bergamo e Brescia, del Centro Busoni di Empoli, del Festival di Viersen (Düsseldorf), del Gasteig di München, del St. Moritz Piano Festival, dell’International Schleswig-Holstein Festival di Lubecca, della RSI a Lugano.

In studio e dal vivo ha inciso musiche di Busoni, Clementi, Beethoven, Ravel, Liszt e Brahms. Ha suonato per la Radiotelevisione italiana e ha registrato, sempre in diretta, per la Radio della Svizzera Italiana e per Radio Eins di Colonia.

Ha suonato con l’Orchestra Sinfonica di Pescara, l’Orchestra“Dino Ciani”, l’Orchestra Sinfonica di Bacau, l’Orchestra della Musikhochschule di Zurigo, la Aargauer Symphonie Orchester, l’Orchestre Symphonique de Mulhouse France e la Orchestergesellschaft Zürich.

Numerose sono le collaborazioni di musica da camera e recenti i successi ottenuti in altrettanti importanti recital presso la Festhalle di Viersen (Düsseldorf), il Palazzo del Quirinale a Roma con il concerto trasmesso in diretta da Radio Tre in eurodiffusione, e in Francia per il Festival di Reims; il CD nella Chopin Edition della Brilliant con l’opera completa di Chopin per violoncello e pianoforte inciso insieme al violoncellista Vittorio Ceccanti ha ottenuto ampi riconoscimenti.

Dedito anche all’approfondimento del repertorio moderno e contemporaneo partecipa spesso a Rassegne e Festival di Musica Contemporanea (esecuzione di opere di Castiglioni, Berio, Dallapiccola, Sani, Vacchi…); nella Grosser Saal della Hochschule di Zurigo ha eseguito la Seconda Sonata per pianoforte di Pierre Boulez.

Nato a Pisa nel 1968, la sua formazione musicale (Diploma Accademico di Secondo Livello in “Discipline Musicali – Pianoforte a Indirizzo Concertistico” ottenuto presso il Conservatorio Statale “G.Verdi” di Torino con 110/110, Lode e Menzione ad Honorem), inizialmente legata ad Antonio Bacchelli, si approfondisce sotto la guida di Maria Tipo, Paolo Bordoni, Maria Golia e Homero Francesch nella cui Masterclass presso la Musikhochschule di Zuerich Simone Gragnani consegue rispettivamente il Masterdiplom e il Solistendiplom (Ph.D.) con il massimo dei voti e la menzione.

Docente molto apprezzato, ha insegnato pianoforte principale nei Conservatori Statali “A. Boito” di Parma, “G. Tartini” di Trieste , “N. Paganini” di Genova, “L.Marenzio” di Brescia, “S.Cecilia” di Roma, “E.R.Duni” di Matera, “C.G. da Venosa” di Potenza; tiene regolarmente Corsi di Perfezionamento ed è spesso invitato a far parte delle giurie dei concorsi pianistici nazionali e internazionali. E’ docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Statale “A. Vivaldi” di Alessandria.

Ufficio stampa AGofficepr:
Antonella V. Guglielmino cellulare: 3925873557 e-mail: antonellavirginiaguglielmino@gmail.com
Giuliana Avila Di Stefano cellulare: 3475408010 e-mail: g.aviladistefano@gmail.com

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi