Il tecnico del Catania, Giuseppe Pancaro, è intervenuto in conferenza stampa per presentare lo scontro diretto per la salvezza di domenica pomeriggio sul campo del Catanzaro. Una sfida fondamentale, la prima di una serie di finali per centrare l’obiettivo stagionale. Per l’allenatore, importante il recupero di Russotto mentre Calil e Lupoli, non in ottima condizione nel corso della settimana, saranno valutati poco prima della partita. Invertire una tendenza negativa, con la squadra in difficoltà soprattutto in zona gol, sarebbe fondamentale per consegnare alla piazza serenità e fiducia per il proseguo della stagione. Queste le dichiarazioni dell’allenatore:

“Effettivamente fuori casa da un po’ di tempo non vinciamo, si vede che non abbiamo fatto bene alcune cose rispetto all’inizio della stagione. Lavoriamo per tornare a fare bene. Prima trovavamo il gol con grande facilità, ultimamente invece facciamo fatica ma devo dire che creiamo sempre tanto. Ci serve un pizzico di cattiveria ma anche di fortuna in più.

Calderini può ricoprire tutti i tre ruoli dell’attacco e se ci dovesse essere necessità sarà la prima punta del Catania a Catanzaro. Credo molto nella continuità tecnico tattica, per questo motivo continuo a lavorare con il 4-3-3. Se ci dovesse essere bisogno le varianti non mancano.

Bombagi non è ancora pronto per giocare 90 minuti, sta lavorando per tornare in forma. Russotto ha le stesse possibilità che hanno tutti di giocare dal primo minuto. Si è allenato bene per tutta la settimana. Nunzella ha sempre tirato la carretta, è un po’ stanco e credo che anche gli avversari abbiano imparato a conoscerlo. Per questo motivo lo vedete meno intraprendente rispetto al solito. 

Noi dobbiamo pensare a fare punti per salvarci, non dobbiamo guardare al Catanzaro. Da qui al termine del campionato saranno tutte finali. Guardiamo a casa nostra e cerchiamo di raggiungere gli obiettivi. In questo momento la realtà è che abbiamo 24 punti e dobbiamo salvarci a tutti i costi.

La partita con il Catanzaro è fondamentale per entrambe le squadre. Bisognerà stare attenti ai dettagli, queste gare possono essere decise da episodi, per questo motivo dobbiamo essere concentrati.

Io sono uno di quelli che pensa che le cose si dicono molto chiaramente e in faccia, a tutto. Questo è il rapporto che ho con i miei calciatori. Quando qualcosa non va non faccio giri di parole. Detto questo, tranne per qualche episodio, questa è una squadra che ha sempre dato tutto quello che poteva”.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi