Sarà completato tra poco più di una settimana il collegamento al collettore delle acque bianche in via Sabato Martelli Castaldi. Un cantiere attivo da pochi giorni per consentire la raccolta delle acque pluviali che servirà a mettere in sicurezza tutta la zona sud-est di Cibali, al confine con il viale Mario Rapisardi, ed evitare così i continui allagamenti che si verificavano puntualmente durante le giornate di maltempo. Questo è quanto riscontrato dal presidente della IV municipalità Emanuele Giacalone, dal vice presidente Giuseppe Zingale e dal consigliere Santo Arena durante l’ultimo sopralluogo per constatare l’andamento dei lavori nel cantiere di via Sabato Martelli Castaldi. Presenti all’incontro anche il responsabile dei lavori, gli operai e tanti cittadini della zona. Nel corso del sopralluogo il presidente Giacalone ha sottolineato che “Catania, per quanto riguarda i sottoservizi, è messa meglio rispetto a tanti altri comuni dell’hinterland etneo. Quest’opera, di straordinaria modernizzazione del quartiere, rappresenta un’ulteriore messa in sicurezza di una grossa parte del nostro territorio in relazione alle piogge meteoriche che provengono soprattutto dai quartieri limitrofi”. I lavori per il collegamento del collettore servirà a raccogliere tutte le acque piovane provenienti dalle aree circostanti. Inoltre, sarà messo in sicurezza una delle più importanti arterie del nostro territorio che permette di raggiungere il viale Mario Rapisardi. In qualità di vice presidente della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord- San Giovanni Galermo, Giuseppe Zingale ha ringraziato l’amministrazione comunale per il piano di lavoro che sta portando a termine e ha spiegato che “in questa parte di Catania in passato si è sempre sofferta la presenza delle piogge torrenziali ( basti guardare i continui allagamenti in piazza Bonadies) perché le tubature sotterranee non riuscivano a reggere all’eccessivo carico di acqua piovana. Oggi questo non accadrà più perché, l’intera area sottostante a via Sabato Martelli Castaldi, sarà protetta da quest’opera che impedirà gli allagamenti”. Infine, a conclusione dell’incontro, il consigliere della IV municipalità Santo Arena ha voluto ricordare come questi lavori serviranno anche a garantire una pulizia radicale delle caditoie nell’intero rione.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi