CATANIA − Piazza Bonadies e piazza 2 Giugno sono storici punti di aggregazione nel quartiere di Cibali che da anni versano in condizioni di totale abbandono. Un progetto presentato da Erio Buceti, consigliere della municipalità di “San Giovanni Galermo- Trappeto Nord-Cibali”, è stato accolto dalle associazioni e dai locali comitati che da tempo chiedono una rivalutazione delle due piazze dimenticate dall’amministrazione comunale. Interventi di manutenzione straordinaria attuabili per mezzo di fondi residui degli assessorati di pertinenza oppure sponsorizzazioni da parte dei privati. Gli interventi riguardano la  vivibilità di queste zone: la pulizia, la cura del verde e  soprattutto la sicurezza. Buceti si impegna affinché gli interventi riguardanti la manutenzione del verde, l’istallazione di bagni chimici e la riparazione dell’arredo urbano danneggiato vengano realizzati. Opere indispensabili per scongiurare l’allarme inciviltà nell’area limitrofa allo stadio “Massimino” quotidianamente frequentata da incivili che la trasformano in un bagno a cielo aperto. A questo bisogna aggiungere la scalinata da riparare, gli alberi da potare e un lavatoio che resta inevitabilmente chiuso da anni. Esempi di incuria che creano degrado. “In un contesto del genere diventa fondamentale − sostiene Buceti − la collaborazione con i colleghi della III circoscrizione che dividono con noi piazza Bonadies. Una sinergia che va estesa pure al consiglio di Rapisardi – Monte Po – Nesima – San Leone, visto che la loro Municipalità confina con piazza 2 Giugno. Un luogo adottato da tanti anziani che qui giocano a carte oppure passano le giornate seduti sulle panchine. Pensionati che si prendono cura dell’area ma che, per la pavimentazione sconnessa e le scritte vandaliche, possono fare ben poco. Stesso discorso riguarda il pericolo di attraversare il viale Rapisardi per raggiungere la piazza 2 Giugno, oppure il problema dei marciapiedi occupati dai dueruote. In questi contesti può andare bene la video sorveglianza ma è più urgente la presenza costante delle Forze dell’ordine contro l’abbandono e l’inciviltà che colpisce due dei principali luoghi di socializzazione a Cibali”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi