“Sono onorata dell’incarico conferitomi da una assemblea di amministratori locali e rappresentanti del governo della Regione che oggi in Sicilia riprende il suo cammino in Europa”.

Lo dichiara Michela Giuffrida, eurodeputato del Pd e membro della Commissione per lo Sviluppo regionale del Parlamento europeo a margine del congresso regionale AICCRE, Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, che l’ha eletta vice Presidente regionale.

“L´Aiccre rappresenta oggi, in un momento in cui le risorse per gli enti pubblici sono sempre più limitate, l’occasione per far ripartire il dialogo tra istituzioni locali e comunitarie e riportare così la forza progettuale e la presenza significativa dei Comuni in Europa. Nonostante 25 anni di fondi e di politica di coesione – continua l’eurodeputato – la Sicilia si trova ancora in una condizione di ritardo di sviluppo per un gap sistemico che però adesso, e finalmente, possiamo colmare. Il Parlamento europeo ha già approvato, su mia proposta, una Risoluzione che riconosce la condizione di insularità, primo passo fondamentale per una programmazione dedicata che tenga conto delle oggettive condizioni di svantaggio della Sicilia rispetto alle regioni continentali.

È fondamentale però – continua l’eurodeputato – che i Comuni investano in formazione e istituiscano un ufficio per le relazioni con Bruxelles che sia costante collegamento tra l’Ente locale e l’UE.

L’obiettivo dell’AICCRE – conclude Michela Giuffrida – deve essere quello di creare le giuste sinergie, aiutando gli enti locali siciliani a fare sistema. In quest’ottica interpreto l’incarico che oggi l’AICCRE ha voluto conferirmi, con lo spirito di servizio con cui, sin dall’inizio, vivo quotidianamente il mio mandato di parlamentare europeo”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi