Catania al lavoro in allenamento per preparare al meglio la gara casalinga di sabato pomeriggio con la Casertana. Si affronteranno al “Massimino” due squadre che vivono un momento non particolarmente felice… Rossazzurri ancora affetti da pareggite con un attacco che non riesce ad essere particolarmente efficace, mentre i campani tra sconfitte sul campo e polemiche burrascose (il presidente del Cosenza, Corvino, ha infatti lanciato accuse molto gravi ai vertici calcistici e alla classe arbitrale nei giorni scorsi per dei torti che lo stesso numero uno casertano ritiene di aver subito) hanno perso la vetta della classifica subendo il ritorno di Benevento, Lecce, Foggia e Cosenza.

Il giovane terzino etneo Tino Parisi, rientrato da un importante infortunio e protagonista già nel corso della gara di Catanzaro della scorsa settimana, è pronto a dar battaglia fino al termine della stagione  per aiutare la squadra nel raggiungimento dell’obiettivo salvezza. Queste le parole del difensore in conferenza stampa, a Torre del Grifo:

“Sono stato fermo a lungo, adesso sono rientrato e cercherò di rimettermi subito in forma per chiudere al meglio la stagione. Cerco di dare sempre il mio contributo per la squadra, non mi faccio problemi a giocare a destra o sinistra. Abbiamo un pacchetto difensivo importante, personalmente cerco di imparare da tutti. Contratto? Per il momento mi concentro sul campo, al termine del campionato ne parleremo. 

La Casertana verrà qui a viso aperto. Se la giocheranno, saranno arrabbiati e vorranno i tre punti. Forse questo potrebbe anche favorirci perchè troveremo più spazi quando attaccheremo.

La nostra forza in difesa? Riusciamo ad essere ordinati anche quando gli interpreti cambiano. La squadra fisicamente sta bene, secondo me il nostro problema non dipende da questo fattore… Siamo un po’ bloccati mentalmente.

Sono cresciuto molto in termini di esperienza, ma devo ancora migliorare tanto sotto tutti i punti di vista. 

I problemi in zona offensiva non dipendono dai soli attaccanti ma da tutta la squadra. Stiamo continuando a lavorare per superare questa fase negativa“.

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi