di Agnese Maugeri

Catania – In una società liquida come quella odierna segnata da una travolgente iper-tecnologizzazione che, se da un lato reca miglioramenti al nostro quotidiano, dall’altro genera bradipismo mentale, quattro giovani hanno scelto di amare, curare e sostenere la scrittura e il bel verso. Da estimatori, sono diventati difensori del significato profondo, racchiuso in ogni singola parola e, del suono, quel ritmo metrico che rende la nostra 993844_10205655924019699_4555766825157868597_nlingua italiana una pregiata melodia.

Chiara Carastro, catanese, amante di libri e poesie, studentessa di giurisprudenza, esordisce su l’EstroVerso nel 2014 e, poco dopo, pubblica sul blog “larosainpiù”.12239921_493283014208424_6889141798075559268_n-1

Antonio Lanza, nato a Paternò, vive a Biancavilla. Laureato in Lettere Classiche, fino all’anno scorso ha svolto l’attività di libraio. Poeta, molte sue opere sono apparse online su l’EstroVerso, ha inoltre partecipato alla manifestazione “IsolaPoesia” ed è stato più volte ospite al “Rito della luce” organizzato dalla fondazione Fiumara d’arte di Antonio Presti.

leonardiMichele Leonardi, nato e cresciuto a Catania, nel 2014 porta a termine il suo esordio cinematografico con il cortometraggio Morte Segreta, che ha ottenuto diversi riconoscimenti in Italia e all’estero. Tra l’agosto e il settembre 2015 si cimenta in un altro lavoro cinematografico realizzando il suo secondo film breve, Mia. Da oltre dieci anni scrive di musica per IlCibicida.com. ma in lui si nasconde anche l’animo poetico e nell’estate del 2014 partecipa e vince il terzo premio al Concorso Nazionale di Poesia Città di Chiaramonte Gulfi.

Pietro Russo, vive nella città etnea dove insegna materie letterarie nei licei e negli istituti tecnici e1552841_10202967266972523_2091294075_n professionali, nonché Italiano a stranieri presso il comitato di Catania della Società Dante Alighieri, di cui è anche responsabile delle attività culturali. Appassionato lettore e scrittore, proprio per questo suo estremo bisogno collabora con varie testate cartacee e online curando articoli di critica e recensioni letterarie. Nel 2013 ha pubblicato il saggio La memoria e lo specchio. Parole del Petrarca nella poesia di Sereni. È segretario del Centro di Poesia Contemporanea di Catania che ha fondato nel 2014 insieme ad alcuni amici e colleghi. Alcune sue poesie sono apparse sul web e in varie antologie.

Chiara, Michele, Antonio e Pietro hanno realizzato una collana di poesie intitolata Quadernetto di poesia Locandina-4x10-Bibl.-Bellinicontemporanea a cura di Grazia Calanna e Orazio Caruso edito da Alga Editore. Sabato 27 febbraio alle ore 17:00, presso i locali della Biblioteca Comunale “Vincenzo Bellini” di Catania, in via A. di Sangiuliano 307, presenteranno il primo volume 4X10.

Grazia Calanna nel descrivere il numero inaugurale della nuova raccolta di poesie ha spiegato la scelta di un titolo così originale 4X10 “Per ognuno degli autori proponiamo una selezione di dieci poesie. La collana reca il simbolo della x da intendere, coerentemente con la nostra concezione di poesia, nella duplice accezione sia di moltiplicatore di significati, significanti, pulsioni, contenuti, che di incognite per il lettore e per colui che la ‘raccoglie’ ”.

Insieme alla Calanna vi è un altro curatore della collana Orazio Caruso che ha fortemente sottolineato come in un panorama editoriale che sembra rifugiare la poesia ci sono invece piccoli editori indipendenti, nascenti, che apprezzano e tutelano la bellezza delle raccolte di versi, e i giovani poeti. “Le grandi concentrazioni editoriali si apprestano a congedarsi dalla poesia perché badano solo ai numeri e al mercato. L’unico linguaggio che comprendono è quello della matematica finanziaria, l’unico critico che ascoltano è quello che fa pendere i bilanci dalla parte del guadagno. Ma non bisogna disperare perché si aprono ampi spazi di manovra per avventure editoriali nascenti, a condizione che sappiano cercare e riconoscere, nell’informe scarabocchio della comunicazione globale, i nuovi poeti, spingendoli a emergere e dandogli il giusto rilievo”.

Un incontro interessante a cui parteciperanno, oltre all’editore Alfio Grasso e i curatori, anche i giovani12188118_10207037147198986_5895588074276129809_o autori Chiara Carastro, Antonio Lanza, Michele Leonardi e Pietro Russo e i relatori, Pietro Cagni e Giulio Di Dio, del Centro di Poesia Contemporanea di Catania, che cura l’organizzazione dell’evento.

La nuova collana Quadernetto di poesia contemporanea è il primo volume 4X10 sono due lavori estremamente accurati e fondamentali per la nostra società, sono fari pronti a illuminare il buio culturale che dilaga soprattutto nelle nuove generazioni. Ritornare ad ascoltare e a leggere la poesia è un gesto salubre per la nostra mente, proprio per questo libri e progetti stimolanti come quelli descritti bisogna preservali e diffonderli. Essi ci rammentano come la poesia è stata un cardine nella divulgazione della nostra lingua in particolar modo qui in Sicilia dove, proprio nel periodo della Scuola Siciliana di Federico II di Svevia, nacque il sonetto diventato poi un tipico esempio della poetica italiana.

A.M.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi