Carmelinda Comandatore

 

SCIACCA – Sono stati assolti dal giudice monocratico del tribunale di Sciacca l’inviata di ‘Striscia la Notizia’ , Stefania Petyx, e il cameraman Gaspare Decina. Entrambi erano stati accusati, su segnalazione dell’Anas, di violazione dei sigilli per il servizio, realizzato nel febbraio del 2013, sul crollo del ponte Verdura, sulla strada statale 115, tra Ribera e Sciacca.

Le telecamere di Striscia erano arrivate sul posto qualche giorno dopo l’apposizione dei sigilli, disposta il 4 febbraio su ordine della Procura della Repubblica di Sciacca, motivo per cui inviata e cameraman erano stati accusati di aver violato un’area posta sotto sequestro.

Veniamo ai fatti. Tutto inizia quando il 2 febbraio del 2013, al centro del ponte, si apre un’enorme voragine. Qualche ora prima del dissesto, la strada in questione era stata miracolosamente chiusa al traffico, in quanto erano stati già notati i primi segni di cedimento, riuscendo così ad evitare una vera e propria tragedia.

Dopo circa due anni dall’inizio della vicenda giudiziaria arriva l’assoluzione. Gli imputati sono stati giudicati non punibili per “la particolare tenuità del fatto”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi