Al termine della gara persa dal suo Catania contro il Martina Franca, il tecnico dei rossazzurri Francesco Moriero si è presentato in sala stampa per commentare il match. Queste le sue dichiarazioni:

Manchiamo sotto il profilo della pesonalità. Avevo chiesto alla squadra massimo impegno e determinazione, l’approccio alla partita era fondamentale. Bisognava entrare in campo come abbiamo fatto ad inizio ripresa. Abbiamo subito un gol in una situazione in cui non doveva arrivare nemmeno il cross. Bisogna reagire e crescere sotto il profilo del carattere, altrimenti non andiamo da nessuna parte. Non mi aspettavo di subire una sconfitta oggi. Bisogna ripartire dall’approccio del secondo tempo. C’è nervosismo”.

Se non riusciamo a buttarla dentro è inutile. I tifosi ci hanno rimproverato, è giusto che sia così. La loro fiducia va conquistata con i risultati. Nel secondo tempo ho visto una squadra viva, però bisogna cambiare passo. Dobbiamo rialzare subito la testa, pensando alla prossima partita”.

I ragazzi sentono la pressione, hanno cercato di fare ciò che avevo chiesto. Dobbiamo lavorare, due giorni sono pochi per cambiare le cose. Avrei voluto esordire con una vittoria, che è la medicina migliore per sbloccarsi. Ho cercato di dare più peso all’attacco, purtroppo non è servito. Pelagatti terzino? Ho cercato di dare copertura”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi