NISCEMI – I senatori dell’Italia dei Valori Alessandra Bencini e Maurizio Romani hanno depositato un’interrogazione parlamentare in cui si denuncia la grave crisi idrica in corso da tempo a Niscemi (Cl), “dove normalmente – si legge nell’atto parlamentare – nei rubinetti delle abitazioni l’acqua scorre ogni 6/12giorni. Raramente, e solo in casi eccezionali, nelle abitazioni di Niscemi, nei rubinetti dei piani terra, scorre l’acqua senza l’uso di rumorose e dispendiose pompe idrauliche. Nei mesi estivi, inoltre, in occasione dei frequenti guasti, l’acqua viene erogata solo un giorno su 10/12, mentre negli altri Comuni della provincia di Caltanissetta i turni dell’erogazione non sono così dilatati”.

L’interrogazione segnala poi che “Caltaqua, la società affidataria della gestione del servizio idrico integrato, non comunica ai cittadini il giorno dell’erogazione dell’acqua nelle varie zone o quartieri. Inoltre, la frequente mancanza di acqua corrente nei rubinetti costringe i cittadini niscemesi ad utilizzare l’acqua depositata nei serbatoi per lungo tempo, e ciò può determinare rischi per la salute”.

I senatori Idv“, conclude l’interrogazione, “chiedono dunque ai ministri dell’Ambiente e degli Affari regionali di intervenire per assicurare ai niscemesi un servizio idrico moderno ed efficiente, evitare rischi igienico-sanitari, avviare un’indagine per individuare le cause delle gravissime carenze del servizio idrico e, infine, accertare le eventuali responsabilità dei soggetti preposti”.

 

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi