Domenica 13 marzo andrà in scena al “Franco Scoglio” la partita, valida per la 26/a giornata di Lega Pro, Messina-Foggia. Evento per il quale è stata varata dalla società peloritana l’iniziativa #donneingiallorosso.

Messina-Foggia è una sfida che nel corso della storia calcistica ha offerto duelli memorabili, ma, purtroppo, in riva allo Stretto non ha mai regalato grandi gioie ai tifosi giallorossi se non in rarissime occasioni: si sono giocate 17 partite, se teniamo conto solo di quelle disputate sul terreno dei biancoscudati, e il bilancio è di 8 vittorie per i padroni di casa e 5 per i pugliesi, ovviamente 4 i pareggi.

I peloritani, però, non battono i “Satanelli” da trent’anni esatti: allora il palcoscenico era la Serie C1 e finì 3-0 in virtù dei gol degli indimenticabil Totò Schillaci (2) e Giuseppe Catalano. Una stagione storica per tutta la Città di Messina perché portò alla vittoria del campionato con 45 punti e la promozione in Serie B insieme al Taranto che arrivò secondo a un punto.

Le due compagini si sono affrontate anche in Serie A e bisogna risalire alla stagione 1964/65. Allora i pugliesi si chiamavano Unione Sportiva Foggia Incedit (per via della fusione del 1957 con il Gruppo Sportivo Incedit) e terminò 0-0, il Messina finì l’incontro in dieci uomini per l’espulsione di Paolo Morelli (più di 90 partite con la maglia biancoscudata). Al termine della stagione, però, il Messina retrocesse arrivando penultimo, mentre i “Satanelli” arrivarono noni.

Le ultime sfide tra i cadetti risalgono alla fine degli anni ’80 e i peloritani uscirono sconfitti sempre per 2-0: la doppietta di Signori (1989/90) e i gol di Baiano e Rambaudi (1990/91) regalarono i due punti al fortissimo Foggia di Zdenek Zeman che a fine anno sarà promosso in Serie A.

Le sfide più recenti, invece, sono tutte appannaggio del Foggia che si è imposto per 3-0 nell’ottobre del 2013 e di misura la passata stagione grazie alla beffarda conclusione di D’Allocco che rimbalzò prima sul palo e si insaccò poi alle spalle di Iuliano. Partita storta perché i giallorossi andarono vicini al pareggio in almeno due circostanze, ma Narciso, portiere dei pugliesi, parò tutto.

Antonio Ioppolo

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi