Dopo la notizia diffusa ieri di un ulteriore sequestro di un milione di euro su un conto svizzero ai danni di Nino Pulvirenti a seguito delle indagini condotte sul caso Wind Jet, la difesa dell’imprenditore catanese ha voluto fare una puntualizzazione diffusa attraverso un comunicato stampa riportato di seguito:

“La difesa del Sig. Pulvirenti, in relazione alle notizie apparse sulla stampa di un nuovo sequestro di somme legittimamente detenute dal Sig. Pulvirenti in Svizzera, rileva che tali notizie si riferiscono ad una contestazione già formulata dai Pubblici Ministeri che il Sig. Pulvirenti, nel corso dell’interrogatorio reso, ha contribuito a chiarire.

La vicenda dimostra, ad avviso della difesa del sig. Pulvirenti, l’impegno della proprietà di Wind Jet per sostenerne l’attività.

La difesa confida di poter dimostrare, anche in questo caso, la correttezza dell’operato del Sig. Pulvirenti”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi