La sconfitta contro Policoro brucia, soprattutto perché in quel dannato secondo tempo qualcosa in più il Catania C5 poteva raccogliere per rintuzzare le distanze dalle dirette concorrenti. I ragazzi di Robson però ci credono e vogliono premere sull’acceleratore dimostrando che la vittoria contro Bisceglie non è stata un caso e le prestazioni dell’ultimo periodo hanno confermato la volontà e la possibilità di materializzare il miracolo salvezza.

Una settimana di lavoro intenso e di applicazione totale, ricaricare le batterie e le motivazioni tra campo e testa fondamentali per consegnare spinta per le ultime tre gare dove dentro c’è anche il match salvezza al Palaniatta contro Catanzaro diretta concorrente.

“C’è molto rammarico per l’ultimo turno di campionato – afferma Marco Marletta jolly della formazione etnea – potevamo tranquillamente prendere punti pesanti contro Policoro e la sconfitta di misura evidenzia tutto questo. Per fortuna tutto è rimasto immutato e questa settimana abbiamo lavorato bene dal punto di vista tattico e mentale, sosta proficua insomma”

“Dobbiamo sfruttare adesso il fattore Palanitta sia vincendo la prossima gara in casa. Dobbiamo mettere pressione al Catanzaro e sfruttare poi, speriamo, l’ultima giornata di campionato con lo scontro diretto contro i calabri. Noi ci crediamo ed abbiamo il dovere di farlo: abbiamo adesso un’ottima fase difensiva ma dobbiamo assolutamente fare meglio negli ultimi metri sfruttando le occasioni da gol sprecate nelle ultime tre gare”

Tutti abili e arruolabili e nessuna defezione: insomma momento propizio, da sfruttare e la prossima settimana testa e cuore per continuare a coltivare la speranza grazie anche al Palanitta e ai tifosi rossazzurri che devono consegnare la spinta in più per tenere viva la speranza.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi