Missione compiuta. Cuore, testa, grinta e tantissima voglia di scrivere la storia. La Polisportiva Alfa espugna il PalaFantozzi con una prova maiuscola nella gara d’andata  del primo turno dei play-off del campionato di serie D di basket maschile. Contro i giovani della Nuova Agatirno di Capo D’Orlando, squadra satellite della Betaland di serie A/1, i rossazzurri guidati da coach Davide Di Masi si impongono con il punteggio finale di 79-68. Undici punti di vantaggio, un discreto bottino in vista della sfida di ritorno, che si giocherà nella palestra del Leonardo Da Vinci domenica con inizio alle ore 18. Squadra catanese già concentrata e proiettata mentalmente verso il secondo incontro. Nessun calo di tensione, nessun rilassamento. Il successo, meritato e fortemente voluto, di Capo D’Orlando è già in archivio. Domenica bisognerà entrare in campo carichi e aggressivi senza pensare al risultato di gara 1.

Al PalaFantozzi, Alfa perfetta e determinata. Primo parziale da urlo. Matteo Gottini e Kore Ricardo White mostrano i muscoli e che muscoli. Gottini è devastante. Per lui alla fine 30 punti, 6/12 da tre punti, 4/4 da 2 e 4/4 ai liberi con 6 falli subiti. L’americano White dà spettacolo. Si esalta sotto canestro con schiacciate e giocate di alta scuola. Per lui 32 punti. Il tecnico Di Masi ha diretto dalla panchina l’ottima difesa dell’Alfa che è passata da uomo ad una zona 3-2 che ha imbrigliato la Nuova Agatirno. Nel secondo e terzo periodo la Polisportiva Alfa ha provato a rallentare i ritmi, mantenendo sempre un vantaggio che si aggirava intorno alla doppia cifra. Ottimo, in terra paladina, il contributo da parte di Marco Pennisi, Daniel Arena ed Enrico Famà. Come sempre lucida e preziosa la regia di capitan Andrea Saccà. Adesso testa al match di ritorno. L’Alfa del presidente Nico Torrisi vuole la finalissima.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi