MASCALUCIA – È stato celebrato ieri, nella sala ricevimenti del ristorante “I cinque sensi”, il congresso della federazione provinciale “Sanità” della Ugl di Catania per l’elezione del nuovo segretario e dei componenti della segreteria etnea. A fare gli onori di casa il segretario uscente Carmelo Urzì ed il segretario generale dell’Unione territoriale del lavoro di Catania Carmelo Mazzeo. Presenti al tavolo di presidenza dei lavori congressuali, partecipati da numerosi delegati e presieduti dal vice segretario generale catanese Giovanni Musumeci, la segretaria nazionale del settore “Sanità” dell’Ugl Daniela Ballico e il segretario regionale dello stesso comparto Renzo Spada. Da Roma, invece, è intervenuto telefonicamente per un saluto il segretario generale della Ugl Francesco Paolo Capone.

Nel loro intervento iniziale, sia Urzì che Mazzeo hanno voluto ricordare il grande lavoro svolto in questi anni dalla federazione “Sanità”, uno dei fiori all’occhiello della Ugl di Catania, che è sensibilmente cresciuta ed ha fornito un notevole contributo alla crescita dell’intera segreteria provinciale. Oltretutto sono state ricordate le battaglie sostenute in questi anni in difesa dei lavoratori sia del settore pubblico che di quello privato, che nella nostra provincia conta numerose realtà. Lotte che di riflesso hanno interessato anche la cittadinanza poiché la sanità è un ambito di intervento anche e soprattutto sociale. In particolare è stata ricordata l’ultima battaglia che si sta conducendo in riferimento alla chiusura del pronto soccorso dell’ospedale “Vittorio Emanuele”, con la mancata riorganizzazione della rete di emergenza ed urgenza nell’intera città di Catania. UGL CATANIA

Spada ha invece posto l’attenzione sul grande lavoro svolto dalla federazione etnea, nello specifico all’interno delle aziende sanitarie private dove la presenza della rappresentanza targata Ugl è molto forte ed ha inciso in maniera positiva nella risoluzione delle vertenze che si sono succedute in questi anni. Dal canto suo la segretaria Ballico ha ricordato come l’affermazione dei nostri padri, nella lotta per ottenere una sanità pubblica, oggi è sempre più messa a repentaglio dai governi che spingono, invece, verso una sanità più privata. Nel ringraziare il gruppo di Catania per il grande lavoro svolto, Ballico ha ribadito che l’impegno deve continuare affinché si possano affermare i diritti dei lavoratori attraverso il rispetto dei contratti vigenti, nell’attesa che si giunga al contratto unico, e ad un forte incremento dei controlli, oltre ad una razionalizzazione dei costi che non serva soltanto a tagliare, ma principalmente ad eliminare gli sprechi.

Inoltre, nel suo intervento, la segretaria ha confermato la necessità di tavoli sindacali unici al Ministero della salute, ma anche la necessità di ritornare ad applicare un ticket più consono rispetto alle reali possibilità economiche delle famiglie in questo momento di crisi, perché l’aumento del costo delle prestazioni non incentiva una corretta prevenzione. Successivamente, prima dell’avvio delle operazioni elettorali, hanno preso la parola alcuni delegati che hanno contribuito ad arricchire la qualità degli interventi dei vertici sindacali, con proposte e suggerimenti per l’ulteriore crescita della federazione etnea.

Infine l’elezione che ha registrato la conferma di Carmelo Urzì nel ruolo di segretario, mentre la segreteria è risultata composta da Simone Costa, Salvatore Ferro, Andrea Gambino, Adele Grasso, Antonino Neri, Giovanna Parisi, Consolato Paternò, Giorgio Pizzati, Fabio Cormaci, Salvatore Spitaleri, Salvatore Tortora, Alfio Russo, Dario Basile e Vincenza Musumeci. Nel suo intervento finale, Urzì, ha voluto ringraziare tutti per il sostegno e per l’affetto dimostrato, rinnovando l’impegno affinché il sindacato diventi sempre più un luogo di confronto al servizio dei lavoratori e dell’utenza, riuscendo ad essere maggiormente presenti anche all’interno delle realtà aziendali pubbliche dove l’interesse nei confronti della Ugl sta sempre più aumentando.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi