Disfatta interna per la Famila, che cede di netto contro il Civitavecchia che si impone per 6 a 12. Seconda sconfitta subita in questa stagione tra le mura amiche, ancora una volta è una squadra laziale, dopo la Roma Nuoto, ad espugnare la piscina “Scuderi” di Catania. Partita diametralmente opposta a quella che i Muri hanno disputato nella sfida d’andata, dove i ragazzi di Maugeri avevano assaporato la vittoria fino a pochi secondi dalla fine per poi cedere proprio al fotofinish sfiorando quella che sarebbe stata una grande impresa. Stavolta è andata decisamente peggio, con il Civitavecchia che ha fatto subito la voce grossa dal primo parziale, ha difeso in maniera asfissiante per 40 minuti e ha sbagliato poco (eccezion fatta per l’uomo in più). I primi 3 gol al Civitavecchia li regala Gianluca Muneroni, che porta i suoi sul 3 a 0. Zappalà, con l’uomo in più accorcia sull’1-3 ma ci pensano Zanetic da fuori e ancora uno scatenato Muneroni a portare i laziali sull’1-5. Nel secondo parziale Civitavecchia gioca con il cronometro addormentando la partita. Un solo gol nel parziale, dopo quasi sei minuti, ancora da parte di Zanetic. Nel terzo parziale ancora Zanetic porta Civitavecchia sul massimo vantaggio di + 6 (1-7), ma la Famila prova a svegliarsi dal torpore iniziale grazie alle reti di Indelicato e Barbaric che con due gol porta la Famila sul 4-8. Nel finale di tempo Mannino non centra la porta da pochi passi e sul successivo ribaltamento Calcaterra realizza per il 4-9 degli ospiti. Nel quarto periodo ancora gol per Zanetic e Muneroni (9 gol realizzati in due), le reti di Indelicato e Marchese con l’uomo in più servono solo a rendere amara una sconfitta da dimenticare in fretta.

“Partita iniziata male e finita male – ammette il presidente Spinnicchia – una prestazione da dimenticare. Se una squadra come la nostra non riesce a dare il massimo contro squadre del calibro di Civitavecchia è difficile riuscire a vincere. La settimana difficile giustifica solo in parte questa prestazione a dir poco opaca. La mentalità non è stata quella mostrata quest’anno, la sconfitta con Civitavecchia ci può stare, ma dobbiamo stare attenti a non essere troppo appagati. Reagire subito per non complicare un cammino che vogliamo sia soddisfacente”.

“La sconfitta di oggi è meritata – dichiara Mauro Maugeri – il loro pressing ci ha messo in grossa difficoltà. Gli uomini che dovevamo tenere sotto controllo hanno realizzato 9 gol. Abbiamo concesso troppi contropiedi, fino a questo punto del campionato nessuno era riuscito a metterci così tanto in difficoltà. È stata una brutta prestazione, ora pensiamo subito alla prossima”.

 

 

POL. MURI ANTICHI-CIVITAVECCHIA 6-12

 

POL. MURI ANTICHI: Vittoria, Scebba, Scuderi, Marchese 1, Barbaric 2, Reina, Scirè, Zappalà 1, Cassone, Indelicato 2, Paratore, Muscuso, Mannino. All. Maugeri.

N.C. CIVITAVECCHIA: Brandoni, M. Muneroni, Iula, Zanetic 4, Calcaterra 1, G. Muneroni 5, Quaglio, Romiti 2, Castello, Checchini, A. Muneroni, Caponero. All. Pagliarini.

Arbitri: R. Camoglio e M. Piano.

Note: parziali 1-5, 0-1, 3-3, 2-3. Uscito per limite di falli Cassone (MA) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 3/12, Civitavecchia 3/10. Spettatori 150 circa.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi