Una formazione priva di ben otto titolari non poteva coltivare eccessive ambizioni al “Pinto” di Caserta. Nel turno infrasettimanale prima di Pasqua, l’Akragas esce sconfitta con il punteggio finale di 4-0, frutto delle marcature di Giannone, De Angelis e Alfageme (doppietta). Va dato però merito ai biancoazzurri di avere tenuto testa alla più quotata Casertana fino allo scorso gennaio capolista del campionato; la sconfitta non pregiudica più di tanto la posizione in classifica del Gigante. Non è tempo per fare calcoli ma, nelle restanti sei partite di campionato, l’Akragas si gioca tutto perchè deve tenere a debita distanza il quintultimo posto occupato da Monopoli e Catania; sei partite di cui tre in casa e con la prossima, contro il Martina Franca di sabato due aprile, che diventa una sorta di spareggio. L’Akragas di Rigoli ha un vantaggio di sei punti dalla zona a rischio e tale differenziale deve essere mantenuto perchè questa Lega Pro è un patrimonio che non può sfuggire all’intera città. La squadra subito dopo la partita è ripartita alla volta di Agrigento dove arriva in nottata. La ripresa degli allenamenti è prevista per la giornata di martedì allo stadio Esseneto.

Fonte: www.ssakragas.it

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi