Dopo il successo al Valletta International Baroque Festival, l’orchestra d’archi siciliana Gliarchiensemble sabato 26 marzo 2016 alle ore 11.30, sarà protagonista nella riemersa Chiesa Madre di Campanarazzu, sepolta dalla lava nel 1669 di un esclusivo concerto di Pasqua.
okIl gruppo da camera “Gliarchiensemble” si compone d’undici strumentisti: tre violini primi, tre violini secondi, due viole, due violoncelli ed un contrabbasso. La collaborazione con grandi solisti e direttori (Boris Belkin, Günter Neuhold, George Pehlivanian, Hubert Soudant) e l’esperienza maturata sulle scene musicali di rilevanza nazionale ed internazionale hanno consentito agli Archiensemble, di affinare un repertorio sempre più ampio e di alto livello. Nel 2005 “Gliarchi ensemble”, nell’ambito del progetto “Il Legno Magico” ideato dal maestro liutaio Roberto Regazzi presso il Teatro Massimo di Palermo, hanno compiuto una registrazione discografica del Concerto per 4 violini, Archi e Cembalo di Antonio Vivaldi. Sempre nel 2005 hanno tenuto un concerto a Bologna al Museo Bibliografico Internazionale della Musica. Dopo l’invito al Sydney Italian Festival del maggio 2005, che li ha portati ad esibirsi su un palcoscenico internazionale e prestigioso come quello della Sala Grande del Conservatorio di Musica di Sydney, l’ensemble ha suonato il 28 maggio 2007 in occasione delle festa delle repubblica italiana alla Verbrugghen Hall di Sydney e presso la Wesley Uniting Church di Canberra. Di seguito, nel 2007, sono stati invitati a partecipare all’importante Festival Internazionale di Musica di Cartagine. Hanno avuto il privilegio di inaugurare la prima stagione musicale organizzata dalla Rai di Palermo, presso l’omonimo Auditorium, per la quale si esibiscono regolarmente con programmi impegnativi e di grande impatto musicale, trasmessi sul canale satellitare di RAI International. Dopo la tournée in Veneto nell’aprile 2008 si sono esibiti in Cina nel mese di agosto e successivamente sono stati in tournèe in Brasile, Argentina e Uruguay per poi esibirsi al Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano e a Palermo presso la Società Siciliana per la Storia Patria. Nel 2011 iniziano una collaborazione con il compositore siciliano Mario Crispi e il gruppo Arenaria. Nell’aprile 2012 realizzano la loro seconda produzione discografica, grazie alla collaborazione con la Fonè di Giulio Cesare Ricci. Nella loro città in luglio hanno organizzato ed inaugurato con un loro concerto la rassegna “Musica a corte” presso Villa Boscogrande, si sono esibiti al Teatro Massimo e hanno preso parte al festival Stiftung Kammermusik um alb acht a Basilea. Il desiderio di divulgazione dell’arte della musica e il senso di solidarietà degli artisti porta il gruppo ad offrire un concerto per la manifestazione “Palermo apre le porte” a Palazzo Mirto e a Palazzo Mazzarino. Nel dicembre 2013 hanno celebrato i dieci anni di carriera con una nuova produzione discografica dal titolo “Suggestioni” con etichetta Stradivarius.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi