Palermo – La prossima riunione dei grandi del mondo si terrà in Sicilia, probabilmente a Taormina. Manca ormai solo l’ufficialità, Renzi ha deciso di spostare il G7 da Firenze a Taormina.

L’indiscrezione circola da qualche giorno, in particolare da quando il premier si è recato a Lampedusa in visita ufficiale per testimoniare la vicinanza del governo all’isola più colpita dall’emergenza migranti. E proprio lì, a Lampedusa, Renzi avrebbe maturato l’idea di portare i grandi del mondo dove più forte è l’emergenza. Anche se per motivi logistici non sarà possibile svolgere il summit a Lampedusa: troppo corta la pista dell’aeroporto per gli aerei dei leader, a cominciare dall’Air Force One di Obama.

 Da qui la scelta di puntare su Taormina che ha strutture alberghiere in numero sufficiente ed è vicinissima all’aeroporto di Catania. Il vertice è previsto per il 2017 in una data ancora da stabilire.

La scelta è stata confermata stamani proprio dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi: «C’è una notizia che acquista una certa consistenza di ufficialità, ovvero che non si terrà il vertice G7 a Firenze. L’appuntamento si sposta in Sicilia. Condivido la decisione del premier, mi pare che sia una scelta motivata dalla necessità di tener viva l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale e dei grandi del mondo su una vicenda cruciale come quella delle migrazioni e dei profughi. Una vicenda che naturalmente interessa i nostri confini, e in primis il canale di Sicilia».

Rossi ha, tuttavia, aggiunto che se questa sarà la scelta è un «peccato perchè la Toscana e Firenze perdono un’occasione importante di business, di promozione, di economia. Naturalmente il presidente del Consiglio sa di avere un debito nei confronti di Firenze e della Toscana e sono certo che saprà essere presente quando ci sarà bisogno», ha concluso il governatore.

“Un convinto plauso al premier per l’attenzione dimostrata nei confronti della Sicilia, che potrebbe diventare sede del prossimo G7”.
Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco, aggiungendo che “se l’indicazione potrà essere attuata la nostra Isola tornerà a essere agli occhi del mondo al centro di quel Mediterraneo culla di civiltà”.
“Ritengo – ha detto ancora Bianco – che la decisione di Renzi sia stata influenzata dal grande ruolo che la Sicilia ha svolto e continua a svolgere nell’accoglienza ai migranti e questo ci rende ancor più orgogliosi”.

Fonte e foto – gds.it

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi