Lavoro, applicazione, coesione e forza. La Domusbet Amatori Catania guarda avanti senza lasciare nulla al caso. La famiglia dell’Amatori si stringe sempre di più soprattutto dinanzi alle difficoltà per trovare reagire in modo compatto e rafforzando progetti e ambizioni.

Non una settimana facile, ma sicuramente giorni importanti che porteranno al match, al derby, assolutamente da vincere contro Amatori Messina. Una gara dove gli uomini di Ezio Vittorio devono assolutamente reagire dopo il doppio passo falso in campionato. Due sconfitte contro Civitavecchia e Benevento arrivate per motivi diversi, con alcuni errori dettati dall’inesperienza, ma con la consapevolezza che dal punto di vista del gioco l’Amatori Catania c’è e può competere contro chiunque. Una classifica ottima non scalfita ma che adesso ha bisogno di una scossa chiamata vittoria per lenire anche le speranze dei cugini peloritani.

L’ottimo esordio e la crescita di O’Loghlen possono dare qualcosa in più compreso i recuperi a tempo pieno di Giammario e “Gabbo” Guglielmino, senza dimenticare quello del capitano e roccia della squadra Saretto di Paola. Alzare l’attenzione rafforzando mente e concentrazione per non subire più in mischia cercando di ritrovare muscoli e sagacia.

I ragazzi di Ezio Vittorio stanno lavorando a maniche rimboccate da una settimana ed hanno sfruttato al meglio la sosta per recuperare anche diversi infortunati. Contro Messina sarà uno scontro diretto da vincere, per tornare al successo in trasferta e per distanziare una diretta concorrente.

“Dobbiamo tornare assolutamente a vincere – chiosa Ezio Vittorio – non abbiamo nessun tipo di alibi. Voglio una risposta forte da parte del nostro pacchetto di mischia che deve tornare ad essere decisivo. Le due gare perse contro Civitavecchia e Benevento sono state utili per farci alzare l’attenzione e per non commettere più gli errori fatti. Vincere sarà fondamentale per due motivi – conclude il coach- distanziare un diretto avversario come Messina, rilanciandoci in classifica e per tornare a credere nel nostro progetto più forte di prima”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi