La vittoria più bella, di quelle che lasciano il segno. La Giavì Pedara mostra tutta la sua forza contro la capolista Pvt Modica, riscattando il ko di Taranto e regalandosi un sabato speciale. Il tre set a zero finale arriva al termine di un match vibrante e ricco di emozioni, che consegna al campionato di B2 donne una Giavì in forma e capace di tenere alta la tensione sino alla fine, non mollando mai la presa.

Maccarone punta sul sestetto base con Ferlito in regia, Foniciello opposto, Leone e Vinciguerra centrali; Il Grande (che partita!) e Calì di banda. La Giavì approccia alla partita nel migliore di modi. Le ragazze del presidente Musumeci conducono 14-9 (lungolinea di Daniela Foniciello). La capolista prova ad annullare il gap, ma la Giavì è in giornata e respinge colpo su colpo, rivelandosi brillante in difesa.

Domenica Il Grande schiaccia i punti decisivi (22-18, 24-20). La squadra di casa al primo tentativo non fallisce l’occasione di chiudere il parziale. La Pvt Modica sale in cattedra nel successivo. Piscopo e Corallo portano le iblee avanti 11-6. Lentamente s’inizia la rimonta locale. Ci pensa Vinciguerra ad annullare il gap e a riportare in partita la sqiadra. Due punti di Gaia Catania timbrano il sorpasso (16-15) e il 17 pari. Corallo e Mercanti piazzano conclusioni vincenti che portano la bilancia del match nuovamente dalla parte modicana. Il Grande e Foniciello non ci stanno e chiudono i punti decisivi. Modica sotto di due a zero e partita che sembra archiviata. La Pvt Modica riparte nel terzo set con tre innesti nuovi: Gabriele, Richiusa e Zaccaria. La musica non cambia, la ricezione modicana va in difficoltà. E già al primo time out Cutrona riporta la situazione come nei primi due parziali con Leggio in campo. Sul 10-4, un tifoso modicano “strattona” a un piede l’arbitro che decide di rientrare nello spogliatoio. Fatto che la Pvt Modica a fine partita condannerà, dissociandosi dall’episodio. Dopo il ritorno in campo, dopo alcuni minuti, la Giavì rientra più nervosa, perde qualche sicurezza. La Pvt lentamente, approfittando degli errori locali rientra  in partita e pareggia i conti (13-13). Foniciello riporta in vantaggio la Giavì. La partita diventa l’esaltante botta e risposta. Con Corallo-Piscopo da una parte e Il Grande-Foniciello dall’altra. Il brutto episodio è un lontano ricordo. La pallavolo si riappropria dei suoi spazi con legittimità. Da applausi gli ultimi 20 minuti. La Giavì va sotto 20-23 (Mercanti s’inventa due conclusioni di secondo tocco). Il Grande, Sfogliano e Calì annullano due set point, imbeccate da Ferlito. Foniciello firma il 24 pari. Corallo riporta Modica ancora avanti. Il Grande piazza il 27-26. Due errori modicani finali regalano la vittoria alla Giavì, la seconda consecutiva in casa dopo lo stop inferto alla Pallavolo Brindisi.

 

Giavì Pedara: Foniciello 20, Il Grande 10, Calì 7, Leone 1, Vinciguerra 6, Ferlito 1, Sfogliano 5, Catania 2, Iazzetti libero, ne: Vitaliti, Greco, Asero (L2). All. Maccarone.

Pvt Modica: Di Emanuele 2, Cianci 6, Mercanti 5, Piscopo 15, Cianflone, Corallo 11, Zaccaria 1, Gabriele, Vittorio libero, Richiusa, ne: Cassibba, Fiore, Leggio 1. All. Cutrona.

Arbitri: Raffaele Donato e Alessandro Di Certo.

Set: 25-20, 26-24, 30-28.

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi