Ritorna a Catania uno dei giovani talenti cresciuti nel vivaio rossazzurro che quest’anno non è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante in prima squadra. Mattia Rossetti, esterno offensivo passato a gennaio alla Lupa Castelli Romani calcherà di nuovo il prato verde del “Massimino” ma da avversario in una gara dal risultato praticamente scontato. La formazione etnea è obbligata a vincere contro il fanalino di coda del Girone C del campionato di Lega Pro, compagine ormai ufficiosamente condannata alla retrocessione in Serie D. Il giocatore, intervistato ai microfoni di Catanista, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

La mia avventura qui con la Lupa Castelli sta andando bene, tranne per i risultati, che purtroppo non riescono ad arrivare. 

Fino a poco tempo fa pensare al Catania, alla maglia rossazzurra, mi faceva sorridere. Spero che il prossimo anno abbia l’occasione di tornare, ma per il momento sono qui e sto cercando di dare il massimo per la Lupa Castelli.

Ci sono state tante variabili che hanno fatto in modo che la prima parte di stagione non andasse granché bene; insieme alla società, poi, abbiamo deciso di cercare un’altra destinazione, soprattutto per acquisire più minutaggio e più esperienza. 

Non so proprio cosa sia successo agli etnei per rallentare in modo così drastico. Ad inizio campionato, quelle tre vittorie di fila ci diedero una grossa spinta, in campo tutto ci riusciva in modo automatico ed i tifosi ci davano una grossa mano. Poi, non sappiamo neanche noi cosa sia accaduto, avevamo una delle migliori rose del girone. 

Tornare al Massimino sarà un’emozione fortissima, è uno stadio tra i più belli e caldi dell’intero campionato. Mi dispiace per i tifosi che non stanno più supportando la squadra come facevano all’inizio, ma ci sta, il calcio è fatto anche di questo”.

(foto: calciocatania.it)

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi