CATANIA – Sembra quasi un’impresa, ma in realtà è stato fatto soltanto il minimo sindacale. Il Catania vince per 1-0 contro la Lupa Castelli Romani. Partita scialba, poca cattiveria e tantissime imprecisioni. Un gol all’85’ di Plasmati, al rientro da un importante infortunio salva i rossazzurri da una figuraccia casalinga contro il fanalino di coda del Girone C di Lega Pro. In classifica tutto invariato. Sugli spalti del “Massimino”, praticamente vuoti un silenzio assordante e fischi al 95′. Emblematici gli striscioni esposti dalle due curve mentre molti tifosi dei gruppi organizzati giocano provocatoriamente un torneo amatoriale di calcio a pochi metri dallo stadio: “Tutti via da Catania, subito” (Curva Sud) e “Non ci meritate” (Curva Nord).

9902cdc5-1cb2-4681-84e4-8f1c64cc42bbLA GARA

Moriero conferma il 4-2-3-1. Liverani in porta; Garufo e Nunzella esterni difensivi con Ferrario e Bastrini centrali (Bergamelli squalificato, Pelagatti in panchina). A centrocampo, Di Cecco e Agazzi compongono la diga, mentre alle spalle di Calil giocano Falcone, Bombagi e Russotto. La Lupa Castelli Romani di mister Palazzi risponde con un 3-5-2. Tassi l’estremo difensore. Difesa composta da Aquaro, Colantoni e Di Bella, mentre in mediana operano Rosato, Maiorano, Falasca, Scicchitano e Proietti. In avanti tandem Mastropietro-Morbidelli.

Il Catania cerca già dalle prime battute di imporsi sugli avversari. Al 3′ Bombagi, uno dei più attivi tra i rossazzurri, va vicino al gol con un colpo di testa che si spegne sul fondo. Ci provano anche Ferrario (10′), Russotto (19′) e Garufo (22′) ma la mira è imprecisa nel primo caso, nella seconda occasione l’esterno offensivo pecca di altruismo da ottima posizione e nella terza la conclusione dalla distanza non trova la porta. Col passare dei minuti, però, la Lupa prende le misure alla formazione etnea e comincia a respingere con maggiore disinvoltura i frenetici tentativi di una squadra fragile e poco cattiva. Prima della chiusura della prima frazione di gara, Russotto al tiro (44′) ma la palla finisce sul fondo. Unico e timido tentativo dei romani, il tiro-cross di Mastropietro finito fuori. Troppo poco per i padroni di casa, chiamati a vincere contro il fanalino di coda del Girone C per tenere il passo delle avversarie in lotta per la salvezza.

La ripresa si apre senza novità di rilievo. Al 53′ Moriero decide di cambiare: dentro Plasmati, al rientro da un lungo infortunio, fuori l’evanescente Calil. Il leitmotiv della partita non cambia, una partitaccia al “Massimino”. Timido tentativo di Morbidelli per la Lupa, Falcone risponde con una conclusione terribile che finisce in curva. Entra anche Calderini, nella Lupa c’è Prutsch ma è Russotto a sprecare malamente al 75′, girando sul fondo un ottimo assist. La pressione catanese aumenta, la Lupa si conferma formazione tecnicamente inferiore alle altre. All’85’ si blocca il match, è Plasmati a metterla dentro di testa su cross di Garufo. Prima del fischio finale, dopo cinque minuti di recupero, ancora tre sostituzioni: Castiglia per Falcone nel Catania (il centrocampista spreca anche il raddoppio), Flores e Romanelli per Di Bella e Maiorano nella Lupa. Poi il fischio finale: Catania batte Lupa 1-0.

TABELLINO 

CATANIA-LUPA CASTELLI ROMANI 1-0 85′ Plasmati

CATANIA (4-2-3-1): Liverani; Garufo, Ferrario, Bastrini, Nunzella; Di Cecco, Agazzi; Falcone (Castiglia 89′), Bombagi (Calderini 66′), Russotto; Calil (Plasmati 53′). A disp.: Bastianoni, Pelagatti, Castiglia, Di Stefano, Pessina, Felleca, Lupoli, Gulin. All.: Francesco Moriero

LUPA CASTELLI ROMANI (3-5-2): Tassi; Aquaro, Colantoni, Di Bella (Flores Heatley 89′) ; Rosato, Maiorano (Romanelli 92′), Falasca (Prutsch 72′), Scicchitano, Proietti; Mastropietro, Morbidelli. A disp.: Gobbo Secco,  Kosovan, De Gol, Roberti. All.: Mario Palazzi.

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo
ASSISTENTI: Zingrillo (Seregno) e Guddo (Palermo)

AMMONITI: Ferrario, Proietti, Rosato, Calderini
ESPULSI:

06ae5f2f-e8ae-433e-a052-5dc699d21e56CRONACA

90’+5: Termina il match, partita scialba al “Massimino”. 1-0 per i rossazzurri

90’+2: Terza sostituzione per la Lupa: in campo anche Romanelli per Maiorano. Catania vicino al raddoppio con Castiglia, ma il centrocampista spreca malamente la ripartenza

90′: Cinque minuti di recupero

89′: Castiglia per Falcone nel Catania; Flores Heatley per Di Bella nella Lupa

85′: Catania in vantaggio: segna Plasmati su cross di Garufo

78′: Ammonito Calderini

75′: Clamorosa occasione sprecata da Russotto che spedisce alto dal limite dell’area piccola dopo un cross dalla destra

72′: Nella Lupa dentro Prutsch per Falasca

71′: Cartellino  giallo per Rosato

66′: Secondo cambio per i padroni di casa: Calderini prende il posto di Bombagi. Russotto sarà il trequartista per il resto della partita

64′: Tiraccio di Falcone dalla distanza, pallone altissimo

57′: Morbidelli ci prova per gli ospiti, facile la parata di Liverani

55′: Di Bella tocca il pallone con la mano in area di rigore, l’arbitro opta per l’involontarietà

53′: Nel Catania, Plasmati prende il posto di Calil

52′: Ammonito Proietti

46′: Si ricomincia per il secondo tempo

45′ + 1: Finisce il primo tempo. Catania 0-0 Lupa Castelli

44′: Russotto prova dal limite, palla troppo angolata

35′: La Lupa Castelli prende campo ma non riesce a creare grossi grattacapi agli avversari. Il Catania riesce soltanto a tenere il pallone ma mancano gli spunti per andare a segno

26′: Si va vedere anche la Lupa. Mastropietro lotta e scarica dalla sinistra un tiro-cross che si spegne sul fondo

22′: Ancora Catania pericoloso: Garufo spedisce alto dalla distanza

20′: Ammonito Ferrario

19′: Russotto si incunea in area e mette in mezzo per Calil che viene anticipato

14′: Episodio dubbio nell’area di rigore della Lupa Castelli Romani. Calil cade a terra, forse spinto da un avversario. L’arbitro Volpi lascia correre

13′: Bombagi lotta in piena area di rigore tentando una conclusione che viene murata da Di Bella

10′: Ci riprovano i rossazzurri, questa volta con Ferrario, ma il suo colpo di testa è impreciso

3′: Catania subito pericoloso con un colpo di testa di Bombagi che finisce sul fondo

1′: Comincia il match

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi