Aci Bonaccorsi – E’ un botta e risposta senza fine il braccio di ferro tra i consiglieri della lista “Rinnovamento e Libertà”. Nemmeno il tempo di una pausa di riflessione, dopo la lettera del sindaco Mario Alì al nostro giornale, che subito si ricomincia.
Ci asteniamo da qualsiasi commento e pubblichiamo nella loro interezza, le due lettere così come sono pervenute in redazione. Saranno i lettori e i cittadini di Aci Bonaccorsi a trarre le conclusioni su una vicenda che sta infiammando, oltre ogni immaginazione, il dibattito politico-amministrativo nel piccolo comune etneo.

Dichiarazione dei consiglieri della lista “Rinnovamento e Libertà” in merito alla lettera pubblicata in data 11 aprile 2016 sul quotidiano Sicilia Juornal a firma dei sedicenti “consiglieri superstiti” della lista Rinnovamento e Libertà” .

Gentilissimo direttore,
la invitiamo a riportare sul suo giornale la presente  “dichiarazione”, al fine, correttamente giornalistico nel senso di “pubblico servizio”, di dare modo alla lista “Rinnovamento e Libertà” dei sottoscritti della presente rappresentata e capitanata dal nostro sindaco Mario Alì,  così da poter capire chi sono i sedicenti “superstiti “, firmatari della sopra indicata missiva, dato che non hanno avuto il coraggio di firmarla con i propri nomi e cognomi.
Siamo sicuri che il nostro sindaco e il suo assessore, ai quali sono state rivolte le infamanti e sicuramente menzognere accuse contenute nella vergognosa già citata lettera, saranno ben lieti, in un pubblico confronto da tenere in una sede opportuna, di poter replicare ai signori consiglieri contestatari finalmente a viso scoperto, dando così l’opportunità alla cittadinanza di cogliere l’onesta verità e la correttezza di chi vuole  costruire e la mala fede di chi vuole “diffamare gratuitamente ” l’attuale amministrazione comunale.
In conclusione,  e di conseguenza, la invitiamo a pubblicare questo documento con i nomi dei consiglieri della lista “Rinnovamento e Libertà”  così come sottoscritti.

Il presidente del Consiglio Rodolfo Toscano,
Il capogruppo Filippo Caffarelli
I consiglieri Mario Bonaccorso, Rosalba Di Mauro, Rosaria Arcifa
Il documento è stato sottoscritto anche dagli assessori: Salvo Tomarchio, Angelo D’Urso e Graziella Messina

Quella che segue, invece, è la dichiarazione dei “superstiti” della lista “Rinnovamento e libertà”

Al direttore del quotidiano online Sicilia Journal

Illustre Direttore,
la ringraziamo per averci ospitato, in passato, sul suo prestigioso quotidiano.
Al fine di evitare ulteriori polemiche chiediamo a lei ancora benevolenza per precisare che siamo noi: Alfio Arcifa e Gabriele Di Mauro, consiglieri eletti nella lista civica “ Rinnovamento e Libertà ” ed  autodefiniti “superstiti”,  i redattori del documento da lei gentilmente pubblicato.
Noi ribadiamo con la presente quanto già scritto e ci dissociamo da chi in privato parla male dell’Amministrazione e poi sottoscrive manifesti; ci dissociamo dall’abbraccio asfissiante di chi con il voto dei cittadini è stato mandato all’opposizione ed oggi senza nessuna consultazione siede in giunta ed è parte integrante della maggioranza in Consiglio; ci dissociamo dalla gestione della raccolta differenziata; ci dissociamo dal coro unanime di consensi in Consiglio comunale, mentre il paese muore e la gente grida a gran voce il proprio scontento.
Non comprendiamo come, se si criticano scelte documentate politico-amministrative queste vengono percepite come attacchi personali se non addirittura critiche all’intera comunità.
Siamo giunti a questo perché si è esaurita la nostra grande pazienza. In questo ultimo anno si è cercato di rimanere coesi come gruppo, anche con il contributo del nostro ex presidente del Consiglio Salvatore Mannino che si è speso per questa causa ma alla fine si è dimesso.
Auguriamo di cuore un proficuo lavoro al Sindaco ed alla sua giunta nell’interesse del nostro amato Comune, ma non potete chiuderci la bocca o appiattire il nostro pensiero. Siamo e rimarremo liberi.

I consiglieri della lista civica “Rinnovamento e Libertà”
Alfio Arcifa
Gabriele Di Mauro

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi